Antonimina: chiusa la campagna di scavi in località Brecatorto

Lun, 16/07/2018 - 18:20

Due settimane fa è stata presentata ad Antonomina la chiusura della Campagna di Scavi Archeologici 2018 in località Bracatorto. Dinanzi a un’interessata platea, l’archeologo Paolo Visonà, che ha condotto la campagna, ha spigato le caratteristiche di Cuculedi e Bregatorto, definendoli due siti di importanza vitale dell’età tardo-arcaica ellenistica della Locride. Le indagini archeologiche condotte sono state in grado di accendere una nuova luce sui forti risalenti alla Magna-Grecia nelle montagne di Locri Epizefiri, dimostrando la loro funzione di controllo di una via di comunicazione per le colonie Locresi di Medma e Hipponion. La tesi che i due siti fossero avamposti sarebbe avvalorata da ciò che sappiamo della Locri antica: confinando con le due città rivali di Rhegion e Kaulonia, è plausibile che i Locresi avessero stabilito un sistema di controllo territoriale basato su alcuni punti strategici e che queste fortificazioni dominassero le principali vie di comunicazione e i sentieri di valico in montagna. I siti di Coculedi e Bregatorto, in effetti, affaccerebbero proprio sui sentieri che, da Locri conducevano alle colonie della zona Tirrenica, come peraltro affermerebbero gli studi di Domenico Raso, che a suo tempo aveva ipotizzato l’esistenza in zona di siti fortificati utili, per le popolazioni magnogreche, a difendersi dagli autoctoni calabresi.

Rubrica: 

Notizie correlate