Asd Bovalinese, azzerate le cariche

Gio, 20/06/2019 - 18:00

Alla chiamata a raccolta, i tifosi e gli appassionati di sport bovalinesi hanno risposto “presente”! infatti,  oggi pomeriggio, nell’Aula consiliare del Comune di Bovalino (RC), in un parterre affollato di pubblico (presente anche qualche esponente degli Ultras), si è tenuta l’attesa conferenza stampa indetta congiuntamente dalla società sportiva Asd Bovalinese  e Amministrazione comunale. Tema della conferenza: “La bandiera amaranto”, bene di tutti e vessillo identitario autentico per il nostro paese” Presenti, ovviamente, i massimi dirigenti sportivi  (dimissionari e nuovi) e l’Amministrazione comunale quasi al gran completo, con in testa il Sindaco, Vincenzo Maesano. A prendere per primo la parola è stato il Presidente dell’Asd Bovalinese, Giuseppe Cartisano, che ha esordito evidenziando il fatto che in mancanza delle condizioni necessarie (soprattutto economiche) per poter continuare nel brillante percorso intrapreso già tre anni fa, è d’obbligo, oggi, adempiere con assoluto senso di responsabilità alla necessità di rassegnare in blocco le dimissioni, consegnando nelle mani del Sindaco il titolo e le sorti future della compagine jonica reggina. “Sono stati tre anni intensi e ricchi di soddisfazioni –ha detto Cartisano-  i numeri parlano chiaro: il primo anno, vittoria esaltante con largo anticipo del campionato di prima categoria, arricchita dalla sfortunata finale di Coppa Calabria persa soltanto ai rigori, ma con una Coppa Disciplina che è tornata in casa amaranto dopo ben 60 anni; secondo anno, contro ogni pronostico degli addetti ai lavori, brillante 5° posto in Promozione con accesso ai play off, vinti con due prestigiose vittorie (Bagnara ed Africo) che hanno consentito il salto in Eccellenza; terzo anno, fenomenale 7° posto con salvezza mai messa in discussione”  Subito dopo è stato l’imprenditore e dirigente, Giovanni Ferrigno, a prendere la parola: “Ringrazio sentitamente le tre componenti principali che hanno permesso, in questi tre anni, di farci vivere un sogno: società, staff tecnico e squadra, che lavorando in sinergia d’intenti sono riusciti a centrare tutti gli obiettivi posti ad inizio di ogni stagione. Il conseguimento di questi brillanti risultati non è stato certamente facile…anzi! ma grazie all’ambiente sereno e tranquillo che siamo riusciti a costruire intorno alla squadra i risultati non potevano non arrivare e di questo ne siamo pienamente orgogliosi e fieri,  perché ci ripagano dei tanti sacrifici economici fatti”  Pertanto, anche al fine di “smentire” le voci che si rincorrevano in questi ultimi giorni e che indicavano la volontà (mai assunta dalla società!)  di voler cedere il titolo sportivo, oggi, l’attuale dirigenza consegna ufficialmente nelle mani del Sindaco il titolo sportivo e la squadra, affidandogli l’onore e l’onere di traghettare i colori amaranto verso lidi più sicuri. Il passo, doloroso e sofferto, è stato preso adesso (manca un mese al termine ultimo per l’iscrizione della squadra) per consentire ad eventuali interessati di farsi avanti per risollevare in tempo utile le sorti del prestigioso club. La dirigenza dimissionaria, già azzerata in tutte le sue cariche, ha anche approvato il bilancio definitivo della stagione calcistica 2018/19, con il saldo definitivo di ogni pendenza debitoria. Il Sindaco, Vincenzo Maesano, nel prendere la parola, ha ringraziato gli attuali dirigenti per l’impegno fin qui profuso ed ha assicurato la massima disponibilità dell’Ente per affrontare nel miglior modo possibile la difficile situazione societaria (a tal proposito è bene ricordare che il Comune, dal 23/12/2017, versa in condizione di “dissesto finanziario”). Comunque, passi importanti sono stati fatti con la Città Metropolitana –ha rivelato il Sindaco- in direzione della ristrutturazione futura dello stadio “Cartisano”, infatti, un cospicuo finanziamento (si parla di circa 50 mila euro)  è stato chiesto dall’Amministrazione per la sistemazione della tribuna e degli spogliatoi/infermeria  la cui progettazione di fattibilità è già pronta da tempo, ma qui entrano in gioco i tempi burocratici che certamente non saranno brevi. Subito dopo, Maesano, ha presentato il nuovo progetto che prevede la figura di un Commissario che si occuperà della gestione tecnica e dirigenziale della società, si tratta di una persona assolutamente qualificata nell’ambiente calcistico regionale e che ha fatto anche un pezzo di storia della Bovalinese del passato, si tratta di Enzo Federico, attualmente impegnato anche come Direttore Sportivo del Roccella, che ha dato la propria massima disponibilità a reggere le sorti societarie almeno fino a quando non si verificheranno le condizioni ottimali per far camminare da solo il nuovo soggetto. Unica condizione posta… “la programmazione”, intesa come affiliazione di altre società sportive giovanili (tipo l’Audax Bovalinese) che siano in grado di svolgere il lavoro di serbatoio naturale della prima squadra, con conseguente abbattimento dei costi e ricaduta tecnica a favore dei colori amaranto; colloqui in tal senso sono stati già intrapresi e sono a buon punto. Federico, nell’esporre in estrema sintesi il programma, non ha escluso la possibilità di appoggiarsi nuovamente ed in fase provvisoria ancora allo stadio di Ardore. Prima del termine della conferenza stampa ci sono state le domande dei giornalisti  che hanno contribuito a rendere più completo il quadro nel quale è racchiuso  il futuro prossimo della squadra  bovalinese.

Pasquale Rosaci

Rubrica: 

Notizie correlate