Cantine Aperte 2018: Il vino calabrese di nuovo in scena

Dom, 27/05/2018 - 16:20
ConVersando…

Ritorna oggi, domenica 27 maggio, e sabato 2 giugno il più importante evento di promozione dell’enoturismo italiano che, dal 1993, vede il Movimento Turismo del Vino impegnato nella valorizzazione e nella promozione delle cantine aderenti al sodalizio nazionale e i territori. Per la XXVI edizione di Cantine Aperte, le 14 cantine calabresi in scena schiuderanno le loro porte al pubblico, offrendo la possibilità agli enoturisti di percorrere una strada orientata a un approccio più intimo e completo con il sangue di Bacco. Oltre alla possibilità di assaggiare i vini e di acquistarli direttamente in azienda, i produttori apriranno i propri spazi produttivi per far scoprire i segreti della vinificazione e dell'affinamento, raccontare il vino e il suo stretto legame con il contesto territoriale, valorizzare la cultura del vino di qualità, ecosostenibile e nel rispetto del giusto equilibrio tra innovazione e tradizione. Una vera e propria festa del vino aperta ai giovani, alle famiglie, alle comitive con visite in cantina, degustazioni, prelibatezze enogastronomiche, escursioni nei vigneti per vivere pienamente questo stuzzicante prodotto culturale calabrese. Ad aspettare gli enoappassionati ci saranno Baccellieri a Bianco, iGreco a Cariati, Feudo Gagliardi a Caulonia, Baroni Capoano a Cirò Marina, Marrelli Wines a Isola Caporizzuto, Statti a Lamezia, Spadafora a Mangone, Mirabelli a Malvito, Le Moire a Motta Santa Lucia, Altomonte a Palizzi, Nesci a Palizzi Marina, Giraldi&Giraldi a Rende, Feudo dei Sanseverino a Saracena, La Pizzuta del Principe a Strongoli. Non solo calici di vino calabrese nell’evento enoturistico più importante in Italia, ma anche passato, storia, tradizione, mitologia, cultura, arte verranno sorseggiati da un visitatore sempre più attento al territorio e alle sue attrattive.

Autore: 
Sonia Cogliandro
Rubrica: 

Notizie correlate