Cena di beneficenza per ristrutturare i locali del centro disabili Commatre

Mar, 26/04/2016 - 15:46

Come presidente della Consulta delle Associazioni ho deciso di utilizzare una forma inconsueta per esporre il problema dei disabili del centro diurno di Commatre, una nostra associata. Vi invito a leggere ciò che segue e se ritenete di condividere il ragionamento e le motivazione esposte, vi incito a dare il vostro contributo da utilizzare per la sistemazione e l'arredamento della nuova sede di Commatre concesso dal comune di Gioiosa Jonica a seguito di bando pubblico. Io sono convinto che chi sente veramente il problema della disabilità non può rimanere distaccato e insensibile agli sforzi e all'assistenza che da anni sta producendo l'associazione Commatre con i suoi volontari, a titolo del tutto gratuito a favore di quasi trenta disabili e relative famiglie, non solo di Gioiosa ma ora anche di tutta la vallata e non solo, anche di Caulonia e Bovalino. Chiunque viene in questo gruppo e frequenta il centro diurno si trova bene in tutti i sensi e finalmente gode un po' di aria libera con rispetto, amorevolezza e attenzione personalizzata. Sempre e tutto in forma gratuita anche per quanto riguarda le attività di laboratorio e di svago. Non solo. Di Commatre voglio citare ad esempio due delle tante azioni affrontate, non facili da risolvere, eppure è riuscita ad ottenere il motivo per cui si è strenuamente e caparbiamente battuta: ha fatto intentare una causa -vincendola presso il Tar di Reggio Calabria- contro un istituto superiore che aveva rifiutato di iscrivere un disabile maggiorenne. L'altro fatto riguarda un disabile che è straordinario nel disegnare, veramente fenomenale. Questo disabile e la sua famiglia hanno trovato - finalmente, dopo essere stati "non considerati" da altri e dalla scuola stessa, per cui erano estremamente delusi - nel gruppo di Commatre la loro piena soddisfazione e attenzione e ora, grazie al giusto interessamento e con la collaborazione di altra associazione che si interessa di disabilità (Adda) e di una scuola diversa, con un dirigente scolastico che ha dimostrato la massima apertura e sensibilità al difficile problema della disabilità - a cui lui mirava tanto - ha raggiunto la felicità con l'avvenuta iscrizione. Questo per dire che è il momento giusto per chi si vuole rendere utile e compartecipare a questa crescita del settore di assistenza, socializzazione e integrazione della disabilità, facendosi avanti con fatti concludenti e reali, per esempio erogando un contributo in denaro, nei limiti della possibilità o con un contributo in beni, materiali, arredi per mettere a punto e far iniziare l'attivita' presso la nuova sede. per questo motivo giovedì 28 aprile ore 20,30 presso l'agriturismo Modi - Gerace (RC) azienda agricola Barone G.R. Macrì- è stata organizzata una cena di beneficenza denominata "Legalità e solidarietà" finalizzata, appunto, alla raccolta fondi per ristrutturare il bene confiscato nel comune di Gioiosa Jonica dedicato all'assistenza e al supporto dei disabili e delle loro famiglie. Chi non può partecipare alla cena e vuole comunque rendersi utile con un contributo economico, puo' fare un bonifico sul conto bancario di Commatre iban: it70d0306781520000000002475 per info. 328.1015288 - 320.8069170 - 336.720711

 

Nota a cura di Vincenzo Logozzo presidente della Consulta delle Associazioni

Rubrica: 

Notizie correlate