CISL: “Bene il rinnovo di cardiologia a Polistena, ma Locri è al collasso”

Lun, 24/12/2018 - 17:20

La CISL FP nell'apprendere dalla stampa la confortante notizia sulla Cardiologia UTIC di Polistena, definibile come "fiore all'occhiello" dell'ASP, non può che condividere la gioia degli Operatori che hanno avuto la fortuna di essere guidati da un autorevole ed apprezzato Direttore dell'Unità Operativa che in pochi mesi ha saputo incitare, motivare e mettere a frutto quanto esisteva ma non riusciva ad essere espresso.
La stessa cosa non si può dire del corrispondente Reparto di Locri, meravigliosa ed armoniosa realtà che da qualche anno deve fare i conti con continui e vergognosi conflitti interni, continuamente denunciati e solo parzialmente risolti, infatti nella Cardiologia UTIC di Locri permane lo Stato di Agitazione dei Lavoratori che nonostante il tentativo di raffreddamento avvenuto nella Prefettura di Reggio Calabria, ancora continua e quasi sicuramente sfocerà a breve in uno sciopero.
Infatti della Commissione Interna che la Direzione Strategica Aziendale ha promesso di attivare per la verifica delle responsabilità dirette, all'interno di una Unità Operativa in cui i Dipendenti vengono minacciati di morte, subiscono vessazioni continue, valutazioni non eque, danneggiamenti alle proprie autovetture e turni stressanti articolati proprio come punizione, non è ancora venuta alla luce.
Ci si chiede a questo punto, considerato che a Polistena il cambio del vertice ha determinato un tale salto di qualità, come la Direzione Strategica possa giustificare la mancata attenzione e i tempi lunghi nonostante dagli atti si è evinto che qualche Commissione si sia espressa in modo inequivocabile sull'inadeguatezza della guida del Reparto.
La CISL FP si augura che il "caso" Polistena illumini la Direzione Strategica dell'ASP, facendole prendere cognizione della gravità del caso ma soprattutto del livello di responsabilità che risiede nel "non vedere" e rinviare sempre a dopo, rischiando di giungere ad una condizione di non ritorno.
Un infinito grazie al Dr Enzo Amodeo e alla sua Equipe che col risultato raggiunto attesta le capacità delle risorse interne a questa martoriata ASP ed evidenzia sempre di più alcuni limiti personali che la Direzione dell'ASP farebbe bene a rimuovere immediatamente.
La CISL FP augura infine ai Lavoratori dell'UTIC di Locri che da anni subiscono anche fisicamente le vergognose vessazioni denunciate, invitandoli a non mollare e a prepararsi all'azione di lotta che a questo punto diventa inevitabile, evidenziando che la professionalità e il valore che finora sono stati offesi ed occultati, troveranno come per i loro colleghi di Polistena il momento per venire fuori e mettersi a disposizione dei bisogni dell'Utenza, prima o poi i Vertici Aziendali sentiranno il dovere di affrontare la realtà.

Il  Segretario Generale Agg. Il Segretario Generale
Giuseppe Rubino Vincenzo Sera
Rubrica: 

Notizie correlate