Da Milano in Calabria per curarsi, la storia di Manuela

Mar, 16/10/2018 - 17:00

Manuela Manenti, milanese, durante un’immersione in acqua, viene colpita da ischemia celebrale. Da lì, inizia il suo calvario. Visite in vari ospedali, cure e quella valvola cardiaca, causa dell’ischemia, che va necessariamente chiusa per evitare altre complicazioni. Grazie al dottor Onorato, stimato chirurgo di Brescia, si mette in contatto con il dottor Missiroli, del Sant’Anna Hospital di Catanzaro e, nonostante la contrarietà di parenti e amici, impauriti dalle condizioni delle strutture sanitarie del sud, Manuela ha preso l'aereo e ha deciso di operarsi a Catanzaro. L’intervento, molto delicato, è riuscito perfettamente. "Credo che generalizzare sia molto facile e sia molto populista. - ha dichiarato la donna - In Italia, criticare è uno sport molto praticato perché costa poco e rende sempre tanto. A Catanzaro ho trovato una umanità che non ho mai trovato altrove: dagli albergatori ai tassisti alla gente in giro. Il Sant'Anna Hospital, poi, per me è stata una scoperta".

Rubrica: 
Tags: 

Notizie correlate