Danni causati dall'uso scoretto di cellulari e cordless

Mar, 18/02/2014 - 12:04

Il Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico “Pietro Mazzone” di Roccella Jonica, nonché della Sezione Staccata di Gioiosa Jonica e del Liceo Scientifico “Zaleuco” di Locri, Prof. Giuseppe Fazzolari ha ufficializzato l'inizio della campagna di informazione cautelare presso gli studenti ed i docenti dei suddetti istituti  in merito ai possibili danni alla salute che può provocare lo scorretto e prolungato uso dei cellulari e dei corless.

Le informazioni tratte dalla letteratura scientifica sinora esistente sono state raccolte in un video curato da Vincenzo Logozzo, che ad inizio di quest'anno aveva proposto il progetto al Dirigente Scolastico e da questi immediatamente condiviso ed accolto stante.

La prima proiezione sarà fatta presso la sede staccata di Gioiosa Jonica, mattina di sabato 22 c.m.

“Noi operatori scolastici -ha detto il Dirigente Scolastico- non possiamo esimerci  dall'informare in via cautelare i nostri ragazzi e comunicare i consigli e le precauzioni sul corretto uso dei cellulari in base alle conclusioni concordi  degli esperti e dei ricercatori”.

L'idea progettuale è stata condivisa e sostenuta anche dal locale Centro di Cultura di Educazione Permanente (UNLA, ente morale riconosciuto con DPR 181/1952).

Agli studenti è stato preliminarmente distribuito un questionario-sondaggio che è collegato ai contenuti del video. Hanno risposto tutti gli studenti. Con questo metodo – mano a mano che il video tratterà gli argomenti- loro potranno immediatamente confrontare i loro comportamenti con quelli suggeriti dagli esperti, dagli scienziati, dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, dall'Agenzia Internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) e dal Ministero della Salute.

L'idea di produrre il video informativo  -dice Vincenzo Logozzo- è nata  dopo aver letto il libro “Toglietevelo dalla testa. Cellulari, tumori e tutto quello che le lobby non dicono” di Riccardo Staglianò (inviato di “Repubblica”) con il quale c'è stato un produttivo scambio di email.  Ho quindi preso conoscenza della relazione dell'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), letto le conclusioni del Consiglio Superiore della Sanità, letto quanto ha raccomandato il Ministero della Salute, preso atto della sentenza della Corte di Appello di Brescia -confermata definitivamente dalla Cassazione -con cui è stato riconosciuto un legame di concausalità tra un forte uso del cellulare e l'insorgenza di tumore alla testa (la storia vera di Innocente Marcolini) .
Tutto questo mi ha convinto a proporre ai Dirigenti, agli Organi Scolastici, ai rappresentanti degli Studenti una campagna di informazione, non tanto per demonizzare l'utilissimo strumento, quanto per renderli edotti dello stato delle cose e confezionare  una serie di consigli e di precauzioni semplici da attuare, quale atto di prevenzione e tutela della salute. “

 

Rubrica: 

Notizie correlate