Due cantautori calabresi scelgono Locri per il loro videoclip

Lun, 10/06/2019 - 12:40

L'estate è ormai alle porte. Il sole, il mare e le vacanze tanto attese stanno per arrivare.
E come ogni estate che si ricordi ci sono quelle canzoni che fanno da colonna sonora per i momenti più belli. Una di quelle canzoni che accompagnerà l'estate 2019 sarà il nuovo singolo “Ormai sono le 6:00”, brano d'esordio appena pubblicato dal giovane artista Nicele, nome d'arte di Gabriele Putrino. Il brano dalle sonorità dolci e melodiche ,è alternato a ritornelli incalzanti e ritmici, un connubio perfetto di musica pop, moombahton ed elettronica.
Il brano è in featuring con il rapper El Talo, pseudonimo di Andrea Talotta, altra giovane promessa musicale con all'attivo altri singoli come “Tijuana” e “Non sarai mai mia”, composti dallo stesso Nicele.
Ormai sono le 6:00 è disponibile su tutte le piattaforme digitali, ed è un progetto interamente autoprodotto; infatti Nicele, oltre ad essere interprete ed autore assieme a El Talo, è un produttore musicale e videomaker.
Nicele ed El Talo sono due giovani calabresi, con tanti sogni ed ambizioni, ma con le idee ben chiare sul loro futuro: fare musica.
Il video musicale è stato girato tra Palmi, Gioia Tauro e Locri ed ha già registrato circa 10 mila views su Youtube in 3 giorni,continuando a riscuotere successo in tutta la provincia di Reggio Calabria. Ed i due artisti non vogliono fermarsi qui, hanno tante idee e tanti progetti a cui stanno lavorando.
Questa è la prova che la Calabria continua a sfornare giovani talenti. Nonostante molti credano che per riscuotere successo sia necessario andare via per cercare fortuna altrove, questi due giovani hanno deciso di restare e di fare risonanza altrove attraverso le proprie melodie. E noi ci auguriamo che la loro musica possa viaggiare tanto lontano, con l'ambizione di chi punta in alto, ma con la consapevolezza delle proprie radici.

Il brano è visibile su YouTube all'indirizzo  https://youtu.be/gLPzviNU2J0

Funky Orange Production

Rubrica: 

Notizie correlate

Nicola Morra: "Ostentando il rosario in Calabria, Salvini ha inviato messaggi alla 'ndrangheta"

Mar, 20/08/2019 - 18:00
Nel suo intervento di pochi minuti fa in senato Nicola Morra ha dichiarato: "Il ministro Matteo Salvini ha avviato un tour, non un pellegrinaggio, ed è venuto anche in Calabria, a Isola Capo Rizzuto e Soverato, ostentando pubblicamente il rosario. Ora in terra di Calabria, e qui parlo da presidente della commissione antimafia, ostentare il rosario, votarsi alla Madonna, lì dove c'è il santuario cui la 'ndrangheta ha deciso di consegnarsi, il santuario della Madonna di Polsi, significa mandare messaggi in codice a certe forze che soprattutto uomini di Stato, in particolar modo ministri degli interni, debbono combattere, e non favorire. Ma sicuramente è stato per ignoranza, non per intenzione, perchè voglio concedere che in Italia ci sono 60 milioni di innocenti fino a prova contraria, quindi Matteo Salvini l'ha fatto senza sapere cosa stesse facendo. Quindi Padre, perdonalo perchè non sapeva quello che faceva".