Ho scritto al Papa ed è successo il miracolo

Dom, 03/03/2019 - 16:00

La notizia di oggi è di quelle straordinarie, di quelle che ti fanno pensare che bisogna combattere per i propri diritti, che la verità trionfa sempre, che quando operi nel giusto non devi temere niente e nessuno. Il Tar del Lazio ha annullato gli scioglimenti dei comuni di Lamezia Terme e Marina di Gioiosa Ionica. Dopo più di un anno torna la democrazia nelle due cittadine calabresi. Purtroppo, in questo caso, l’ingiustizia è stata compiuta da chi dovrebbe garantirla, da uno Stato sordo, che ha scelto di abbandonare questa parte d’Italia ad alcuni burocrati mediocri, che non hanno altra iniziativa se non la repressione, anche con la bugia, anche con l’inganno.
Mi viene da pensare che il Papa abbia letto la mia lettera e parlato della nostra condizione al Signore, che si è immediatamente attivato per realizzare un miracolo, per far tornare il sorriso e la fede a molti cittadini di Marina di Gioiosa Ionica.
Penso che il prefetto di Reggio Calabria, a questo punto, dovrebbe iniziare a recarsi in chiesa cercando di scongiurare un secondo miracolo ancora più clamoroso e sicuramente definitivo per la sua opera di criminalizzazione di un popolo, colpa di cui non si potrà mai più liberare, né lui né quelli che come lui cercano di tenere questa terra sotto scacco. Anche la terna commissariale che amministra il comune di Siderno, visto che orami sono enormi i danni che sta creando, dovrebbe pensare di farsi un esame di coscienza.
La gente inizia a essere consapevole di quello che sta succedendo, dei motivi che stanno alla base di queste scelte, la gente è stanca, rivuole il proprio futuro, non le vostre bugie.

Autore: 
Rosario Vladimir Condarcuri
Rubrica: 

Notizie correlate