IL PROBLEMA DELLA FERROVIA

Sab, 21/01/2006 - 00:00

Il movimento politico “LocRinasce” ha organizzato nei giorni scorsi un incontro per esaminare e discutere il problema, gravissimo, della costante soppressione di treni nella tratta ionica che interessa il nostro comprensorio.
A tal proposito si è tenuto nella sede del movimento, con la partecipazione di numerosi soci, un incontro con il comitato a difesa delle ferrovia ionica presieduto dal sig. Gagliardi, che da anni si batte per contrastare i continui tagli che Trenitalia opera sulla linea ferroviaria ionica. “LocRinasce” ritiene che non è possibile assistere ai continui tagli che l’azienda gestore delle ferrovie opera sul comparto jonico passivamente; il problema interessa tutti gli abitanti della nostra zona che sono trattati dai responsabili delle ferrovie come cittadini di serie B per la continua soppressione dei treni e per la qualità pessima del servizio. “Questi interventi -sottolineano gli organizzatori dell’incontro - penalizzano la popolazione locale e isolano i nostri paesi dal resto dell’Italia e dall’Europa. La mancanza di treni veloci e confortevoli fanno desistere il turista dall’affrontare un viaggio lungo e scomodo portando così la zona ionica lontano dalle mete turistiche con grande danno per lo sviluppo e l’economia”. Il presidente Gagliardi, nel corso dell’incontro, ha illustrato l’attività svolta dal comitato in questi anni, che ha cercato di sensibilizzare in passato i responsabili regionali con proposte e progetti. Durante l’assemblea attraverso gli interventi, in particolare, del coordinatore Nicola Monteleone e di Marcello Pezzano esperto del settore,  è emerso che la situazione non è più sostenibile: “per impedire l’isolamento cui la Locride sta sempre più andando incontro è molto importante il coinvolgimento di tutti i cittadini- sostengono gli esperti - che costituiscono l’unico elemento che può dar voce ad un problema di quotidiana importanza. Bisogna togliere quel velo di rassegnazione e di sfiducia sulla possibilità che si potrà giungere ad un cambiamento, ciò sarà possibile solo attraverso la presa di coscienza che siamo titolari di diritti e lottare perché quei diritti, come sono riconosciuti altrove, lo siano anche nella nostra zona”. “LocRinasce” ha, in conclusione, costituito un gruppo di lavoro temporaneo con il compito precipuo di informare i cittadini, con la speranza di un loro ampio coinvolgimento, sulla situazione esistente e sulle attività che lo stesso movimento penserà di svolgere per una soluzione radicale del problema con l’intervento della Regione e dei responsabili di Trenitalia.

Autore: 
Redazione
Rubrica: