La Calabria è la prima regione italiana a entrare nel mercato cinese

Mer, 05/04/2017 - 17:51

La Calabria è la prima regione italiana certificata Welcome Chinese, riconoscimento governativo che permette alle realtà insignite di entrare nel mercato cinese in modo diretto e di beneficiare del sostegno dell’ente del ministero del Turismo China Tourism Academy, in collaborazione con la rete televisiva nazionale cinese (CCTV) e China Union Pay, unico circuito di carte di credito emesso in Cina. Lo ha dichiarato a #BIT2017 Gerardo Mario Oliverio, presidente della Regione Calabria. La Calabria diventa quindi la prima regione italiana a realizzare un progetto mirato per la Cina, sia dal punto di vista turistico, sia economico e commerciale, grazie al quale potrà fregiarsi del riconoscimento di Welcome Chinese Destination. L’obiettivo della certificazione Welcome Chinese è quello di far conoscere le bellezze paesaggistiche, culturali ed artistiche di un territorio che fino ad oggi viene identificato dai turisti cinesi solo per i Bronzi di Riace, ma che ovviamente ha molto altro da offrire. La Calabria punta a richiamare un maggior numero di turisti anche attraverso più intense relazioni con i vettori cinesi, con l’obiettivo di attirare charter e in seguito anche voli di linea sull’aeroporto di Lamezia Terme. La prima azione promozionale sarà avviata dal 9 al 12 maggio in occasione della fiera internazionale del turismo ITB di Shanghai, durante la quale Oliverio e una delegazione di TO calabresi presenteranno l’offerta turistica per quel mercato, grazie al supporto tecnico-operativo di Select Holding, la società di marketing internazionale che ha in esclusiva l’attuazione della certificazione Welcome Chinese e di China Tourism Academy. Tappa successiva, la visita in Calabria di una delegazione di turisti e giornalisti cinesi. Il leitmotive della promozione della Calabria in Cina sarà caratterizzato dal colore rosso, come simbolo che unisce e lega le due culture, e dall’elemento “peperoncino” che rispecchia le rispettive tradizioni culinarie, con l’obiettivo di preservarne le varietà antiche, promuovere la ricerca sui suoi utilizzi e valorizzare ogni forma di espressione artistica che risponda alla connotazione di “piccante” in quanto trasgressivo e innovativo. Una campagna promozionale su Wechat, social media cinese, completerà l’azione promozionale e supporterà il processo di avvicinamento della Calabria alla Cina.

fonte: webitmag.it

Rubrica: 

Notizie correlate