L'allarme dell'Enac: Troppi turisti in Calabria e Sicilia, gli aeroporti non sono preparati

Lun, 10/07/2017 - 16:00

Il presidente dell'Enac, Vito Riggio, ha lanciato un allarme sulle pagine di corriere.it: alcuni aeroporti non sono in grado di reggere la massa di turisti prevista per le prossime settimane. Nei giorni scorsi, Riggio ha avuto un incontro con gli aeroporti di Campania, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna. “Per gli aeroporti calabresi e siciliani siamo molto preoccupati - ha affermato il presidente Enac. - Sia a Lamezia Terme che a Catania si sta assistendo a una esplosione di traffico, ma gli scali sono in ritardo nei lavori di adeguamento delle infrastrutture”. Nelle settimane più calde dell’anno, infatti, è atteso un forte incremento del traffico aereo, una vera e propria ondata di turisti soprattutto nel Centro-Sud.

Intanto, secondo quanto riportato dal Sole24ore, all'aeroporto di Lamezia, nella sezione passeggeri, i viaggiatori internazionali sono aumentati del 60%: 121.408 (di cui 121.296 provenienti dai Paesi dell’Unione Europea e dalla Svizzera), contro i 76.302 di un anno fa. Una percentuale 6 volte superiore alla media nazionale degli altri aeroporti (9,6%). E considerata la stagione, tutto fa pensare a un ulteriore incremento. In più di 300 sono atterrati a Lamezia la scorsa settimana con il primo volo diretto dell'Air Transat, proveniente da Toronto. Il collegamento sarà attivo fino alla fine di settembre e porterà nella regione 8mila turisti.

Rubrica: 

Notizie correlate