Lanzetta: “Finalmente un disegno di legge a sostegno dei sindaci intimiditi”

Gio, 24/09/2015 - 10:29

Apprendo con soddisfazione l’iniziativa del consigliere regionale Orlandino Greco che ha depositato un disegno di legge per approvare azioni di sostegno per i sindaci intimiditi: 'Misure a favore di Sindaci e amministratori locali vittime di attentati per causa di servizio”.
È da anni che segnalo la necessità che si cambi passo affinché, al rituale delle solidarietà, pur utili e necessarie per non far sentire soli gli amministratori, si addivenga a sviluppare azioni che siano veramente e realmente di supporto ai sindaci. L’avevo già fatto anche nella passato senza avere risposte.
In occasione di una delle ultime intimidazioni ai Sindaci ho scritto che se i piccoli comuni vengono abbandonati da quanti hanno fatto della Legalità la principale trincea amministrativa per il buon governo e il bene comune, ne conseguono gravi conseguenze a carico della collettività, soprattutto il degrado ambientale, la perdita d’identità culturale delle comunità, la perdita di valore del patrimonio locale e dei beni culturali. Proponevo quindi di istituire una task force tecnica per non lasciare soli i primi cittadini ad affrontare quei passaggi amministrativi che magari costituiscono la causa scatenante delle intimidazioni. È la strada che avevo intrapreso come Ministro, in collaborazione con altri Ministeri, per venire in aiuto ai Comuni in difficoltà, per esempio con la convenzione firmata con il comune di Casal di Principe. Suggerivo anche l’istituzione di un fondo regionale da costituire - individuando e tagliando gli sprechi che si annidano nei meandri della burocrazia regionale - per alleviare i danni economici e materiali subiti dai sindaci, dalle imprese e dalle cooperative e causati dalla criminalità organizzata.
Ben venga quindi la proposta del consigliere regionale O. Greco per “l'istituzione di un nuovo di capitolo a copertura delle spese derivanti dall'attuazione della presente proposta di legge per garantire un risarcimento nei confronti di amministratori dei comuni calabresi…”
Un primo passo verso una sensibilità amministrativa e istituzionale in positiva evoluzione.
Maria C. Lanzetta, già sindaco di Monasterace

Rubrica: 

Notizie correlate