Locri, controlli del territorio: 3 arresti 8 denunce e armi rinvenute

Gio, 04/10/2018 - 11:00

Si è concluso con 3 arresti, 8 denunce in stato di libertà e il rinvenimento di numerose armi e munizioni il servizio di controllo straordinario del territorio disposto dal Comando Gruppo Carabinieri di Locri e condotto dalle Compagnie di Bianco, Locri e Roccella Jonica.
Le pattuglie dell’Arma, con il concorso dei reparti speciali del Nucleo Tutela Agroalimentare e dei colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, hanno passato al setaccio l’intero territorio della locride con numerose verifiche a persone e mezzi in transito nelle principali arterie stradali, rastrellamenti nelle aree più impervie, perquisizioni domiciliari e personali alla ricerca di armi e munizioni illegalmente detenute.
Particolare attenzione è stata posta anche ai controlli alle aziende agricole appartenenti a note famiglie di ‘ndrangheta per la verifica della regolarità della loro conduzione, nonché per reprimere eventuali fenomeni di caporalato.
In tale ambito:

  • i Carabinieri di Placanica hanno arrestato Bombardieri Natale, 51enne del posto, destinatario di un ordine di esecuzione pena in regime di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Locri, dovendo scontare una pena per sottrazione di cose sottoposte a sequestro; inoltre gli stessi militari hanno deferito in stato di libertà M.R., 70enne, pensionato, ritenuto responsabile di detenzione di arma clandestina, munizioni e polvere da sparo. L’uomo, nel corso di una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di una carabina artigianale senza matricola, 48 cartucce e 80 gr. di polvere da sparo;
  • i Carabinieri di Riace hanno arrestato Tavernese Giuseppe, 55enne di Camini, poiché destinatario di un ordine di esecuzione pena in regime di detenzione domiciliare;
  • i Carabinieri di Siderno hanno arrestato TRICHILO Cosimo, 44enne del posto, destinatario di un ordine di esecuzione pena emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Reggio Calabria, dovendo, lo stesso, scontare una pena per detenzione di ingente quantitativo di sostanza stupefacente;
  • i Carabinieri della Stazione di Marina di Gioiosa Jonica hanno denunciato L.D. 45enne di Platì, sorpreso alla guida della sua autovettura con un tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti dalla legge;
  • i Carabinieri di Caulonia hanno denunciato T.C., 34enne del posto, sorpreso alla guida della sua autovettura senza patente in quanto revocata. Nella circostanza, lo stesso veniva trovato in possesso di un involucro contenente 5 gr. di marijuana;
  • i Carabinieri di San Luca hanno denunciato 5 persone del posto per furto di acqua tramite allacci abusivi alla rete pubblica
Rubrica: 

Notizie correlate