Locri: Domani Convegno sulle Malattie Reumatiche

Ven, 09/03/2018 - 18:20

Domani 10 Marzo dalle ore 15,30  presso la Sala Riunioni della Direzione Sanitaria un'equipe di specialisti esperti del settore  parlerà di malattie Reumatiche ad un pubblico costituito soprattutto da malati reumatici. Un convegno fortemente voluto dal presidente dell’Associazione Calabrese dei Malati Reumatici Dott. Rosario Pugliano, dalla Professoressa Rosa Daniela Grembiale responsabile della Rheumatology Researc Unit Dipartimento di Scienze della Salute Università Magna Grecia di Catanzaro e dallo Specialista Reumatologo dell’Ospedale Spoke di Locri dott. Nicola Congiusta . A tale evento saranno inoltre presenti anche le   massime  Autorità dell’azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria , quali ,  il Direttore Generale Dott. Giacomino Brancati, il Direttore Sanitario Aziendale Dott.  Pasquale Mesiti ed il Direttore Sanitario dell’Ospedale Spoke di Locri Dott. Vincenzo Schirripa, nonché il presidente Nazionale ANMAR Silvia Tonolo.

 Il Dott. Nicola Congiusta responsabile dell’ambulatorio di Reumatologia ci spiega che le malattie reumatiche   rappresentano un gruppo di patologie eterogenee  che colpiscono frequentemente non solo le articolazioni ma anche altri organi ed apparati dell’organismo. Possono essere su base degenerativa, infiammatoria e dismetabolica . Le malattie reumatiche che colpiscono le persone giovani ed i bambini sono  caratterizzate  da un’infiammazione di articolazionilegamentitendiniossa o muscoli e  in alcuni casi possono coinvolgere anche altri organi quali il cuore, le arterie,  i polmoni, lintestino, locchio e  la pelle. Ecco perché se non diagnosticate e curate precocemente possono portare alla perdita di funzionalità delle strutture infiammate. Attualmente si conoscono quasi centocinquanta malattie reumatiche; fra di esse sono incluse  l’artrite reumatoide, l’artrite idiopatica giovanile,  l’artrite psoriasica, la spondilite anchilosante, il lupus eritematoso sistemico, la sclerodermia, , la  sindrome di Sjogren, le vasculiti  e  la Polimiosite. I sintomi più comuni delle malattie reumatiche dipendono dal meccanismo che le determina e dalla sede colpita. Per esempio possono manifestarsi con classica artrite che esordisce con dolore, gonfiore  e rigidità delle articolazioni delle mani, dei polsi, dei piedi, sintomi da coinvolgimento degli organi interni (per esempio, difficoltà a respirareincapacità a ingerire i cibiinsufficienza renale) e sintomi da infiammazione sistemica come febbre e stanchezza eccessiva. Spesso i sintomi iniziali non sono specifici e per la diagnosi sono necessarie nuove indagini particolari, perché sappiamo che una diagnosi precoce consente una terapia più efficace e la possibilità di evitare complicazioni . Se non adeguatamente diagnosticate e controllate le malattie reumatiche comportano progressiva disabilità e perdita di autosufficienza con conseguente compromissione della qualità della vita ed elevati costi sociali ed economici. In questo contesto è molto importante il ruolo del medico di medicina generale  il quale  dall’esordio della sintomatologia invia il paziente allo specialista Reumatologo che  prende in subito in carico il paziente ed attraverso una accurata visita specialistica con il supporto di  esami ematochimici e indagini strumentali di primo livello quale ecografia articolare e radiografia pone una diagnosi precoce con una terapia appropriata. Importante inoltre l’approccio multidisciplinare con gli altri specialisti in modo da evitare le complicazioni degli atri organi. Oggi anche presso l’Ospedale di Locri possiamo dire che  il paziente può usufruire delle più moderne  terapie non solo con i DMARDs tradizionali ma anche coi nuovi farmaci Biologici quali gli anti TNF alfa, inibitori  di alcune  Interleuchine e inibitori delle  Jack Chinasi poiché  l’ambulatorio di Reumatolgia dell’Ospedale Spoke di Locri è stato riconosciuto dall’AIFA e dalla Regione Calabria  Centro Prescrittore dei  farmaci  Biologici.  A breve , ci informa sempre il Dott. Nicola Congiusta , questo ambulatorio sarà trasformato in Struttura Semplice aggregato alla SOC di Medicina , già prevista dall’ultimo atto Aziendale dell’ASP 5 di Reggio Calabria. Siamo sulla strada giusta e solo così anche nel territorio della Locride i pazienti possono essere curati in sede evitando gli inutili viaggi della speranza con i conseguenti  disagi per  pazienti,  le loro famiglie riducendo i costi sociali  economici diretti ed indiretti.  Conclude il Dott. Nicola Congiusta  con un pizzico di orgoglio che anche a Locri possiamo avere una sanità adeguata rispettando la vera dignità dei nostri cittadini – pazienti.

Rubrica: 

Notizie correlate