Lungomare Pellaro, il centro si riappropria del mare

Mar, 24/07/2018 - 17:20

L'assessore alla mobilità del Comune di Reggio Calabria, Giuseppe Marino, esprime viva soddisfazione per l'avanzamento dei lavori di realizzazione del sottopasso pedonale nella stazione Rfi di Pellaro. “In questi giorni, - spiega Marino - l'impresa appaltatrice, per conto di Rfi, ente appaltante, demolirà ciò che resta del vecchio muro divisorio, creando un utilissimo collegamento pedonale tra il centro di Pellaro ed il lungomare "Paolo Latella". Si tratta di un intervento importante e atteso dalla comunità pellarese che adesso può guardare ad una concreta prospettiva di riqualificazione urbana in grado di valorizzare le peculiarità del territorio e, in particolare, la sua naturale proiezione verso il mare rafforzando, al contempo, l'attrattività dell'intera area". L'opera, realizzata da Rfi, è stata fortemente voluta dall'assessore Marino che, raccogliendo un’idea già proposta anni fa da alcuni cittadini, vede in essa la possibilità di una valorizzazione pedonale del Lungomare Latella e dell’area ludico-sportiva (campo sportivo, palazzetti dello sport ed area giochi bambini) posta nelle immediate vicinanze della stazione ferroviaria. “Grazie a questo intervento, infatti, - aggiunge l’assessore - l'ampia area parcheggio al servizio della stazione e della Chiesa parrocchiale, potrà essere utilizzata anche dagli utenti degli impianti sportivi e del Lungomare. Inoltre, è intenzione dell'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Giuseppe Falcomatà, procedere all'esproprio dell’intera area del cosiddetto “Granaio”, che oggi versa in una condizione di totale abbandono ed adiacente alla stazione, al fine di utilizzarne gli spazi e rilanciarli in funzione turistico-ricettiva. Voglio rivolgere un sentito ringraziamento – conclude Marino – ai direttori di Rfi, Filippo Catalano e Sergio Stassi, che hanno creduto nella mia proposta, sostenendola fattivamente nell'ambito di una intesa più ampia finalizzata a promuovere le stazioni ferroviarie, integrarle al territorio e affermare l'idea di una mobilità sostenibile".

Rubrica: 

Notizie correlate