Marina di Gioiosa: Vestito cerca di fare chiarezza sulla questione tributi

Gio, 20/06/2019 - 12:20

In merito alle polemiche relative sulla scarsa efficacia nella riscossione dei tributi a Marina di Gioiosa Ionica, l’ex primo cittadino Domenico Vestito ha pubblicato nelle scorse ore un intervento e dei grafici che dimostrerebbero che quanto è stato affermato dalla commissione straordinaria corrisponde a tutt’altro che alla verità.
Riportiamo di seguito l’intervento di Vestito:

I numeri non mentono. Questa espressione è particolarmente calzante per quanto riguarda la gestione economico-finanziaria del Comune di Marina di Gioiosa Ionica negli anni del nostro mandato amministrativo. Un’azione, in materia tributaria, seria, competente ed efficace, posta in essere da una Amministrazione POLITICA. Improntata a risolvere criticità strutturali, mettendo al primo posto, sempre, l'equità e la giustizia sociale.
I dati riassunti nei grafici [in photogallery, ndr.] sono chiarissimi e descrivono un trend di entrate, dai maggiori tributi comunali, in costante crescita. In questi mesi, da parte di chi gestisce attualmente l'Ente, abbiamo ascoltato parole non di verità.
I dati, però, raccontano una realtà diversa.
Ci siamo insediati, nel novembre del 2013, dopo una gestione commissariale durata oltre due anni, e la casse del Comune erano praticamente vuote. Abbiamo incrementato, progressivamente, tutte le voci di entrata. Tra residui e competenza gli incassi sono aumentati fino a coprire il 50% dell'accertato. Abbiamo individuato 2.800 anomalie nelle utenze idriche. È stata avviata la prima tranche di sostituzione dei contatori, con il sistema in telelettura. Non solo. Abbiamo riconosciuto esenzioni e agevolazioni per le vittime di usura e racket e per le nuove imprese. E’ stato ripristinato il sistema di fatturazione del canone acqua a consumo e sono state previste sei rate bimestrali per rendere più agevole il pagamento della tassa rifiuti. Abbiamo abbassato la bolletta elettrica del comune, con significativi interventi nel fotovoltaico. Per la prima volta nella storia di Marina di Gioiosa Ionica si è ridotto il consumo di acqua, con azioni costanti e finanziamenti considerevoli sulla rete di adduzione. Abbiamo abbandonato la logica perversa ed economicamente svantaggiosa delle esternalizzazioni, mettendo al primo posto l’Amministrazione Pubblica.
Certo, il lavoro andava e va proseguito, ma l'inversione di tendenza c'è stata. Abbiamo sentito parlare in queste settimane di bonifiche di banche dati, di controlli sull'idrico. Tutte attività già svolte o avviate. Un pacchetto di azioni già pronto, che deve essere solo messo in pratica. Il personale dell'Ente, sul quale noi abbiamo deciso di investire e puntare seriamente, venga impiegato per proseguire questa azione virtuosa. #atestaalta

Rubrica: 

Notizie correlate