Niente più acqua per 40 comuni: la Sorical sul piede di guerra

Mer, 25/02/2015 - 10:12
Tra i comuni coinvolti anche Locri e Gioiosa Jonica

Locri, Gioiosa Jonica, ma anche Vibo Valentia, Lamezia Terme, Paola, Scilla, Tropea. Sono solo alcuni dei 40 comuni finiti recentemente sulla lista nera della Sorical e ormai pronti a vivere un marzo nero sul fronte dell'erogazione dell'acqua. In ritardo con i pagamenti, questi comuni sono già stati avvisati che la società che fornisce loro l'acqua potabile ha deciso di passare all'attacco riducendo progressivamente la portata del servizio. La ditta ci tiene a precisare che questo tipo di provvedimento, comunque, non è il primo nel suo genere né è compiuto per semplice sadismo, ma solo "per evitare - si legge nel comunicato - che il percorso virtuoso di gestione del servizio si interrompa". Sorge la domanda su quale sia questo percorso che di virtuoso, ci sembra, ha solo la regolarità dei pagamenti del servizio idrico al Comune da parte dei cittadini. Possibile che le amministrazioni in ritardo con i pagamenti abbiano misteriosamente perso questi versamenti, finendo con il non remunerare la ditta di distribuzione dell'acqua che, oggi, trova difficile riuscire a pagare gli stipendi dei suoi 400 impiegati? Ecco che il taglio del servizio da parte di Sorical appare perfettamente spiegato, in quanto continuare a fornire il servizio ai comuni morosi potrebbe ben presto arrecare grave danno alla ditta e alle altre utenze. Ma che ne pensano davvero i Comuni coinvolti, già torchiati da altre ingiunzioni di pagamento e da una nuova tassa per l'erogazione di energia elettrica e gas entrata in vigore all'inizio dell'anno per decreto regionale?

Fonte: Gazzetta del Sud

Rubrica: 

Notizie correlate