Parco Aspromonte: dal 28 settembre un meeting sulle biodiversità

Lun, 25/09/2017 - 18:40

Il Parco dell’Aspromonte, partner del Club Alpino Italiano nel progetto della Commissione Centrale per la Tutela dell’Ambiente Montano (CCTAM) “Medimont, Montagne Mediterranee Protette”, sarà protagonista del prossimo meeting internazionale “Il Parco Nazionale dell’Aspromonte tra Bio e Geo-diversità”.
Dal 28 settembre al 1 ottobre, i rappresentanti di Parchi e Aree Protette, Comuni e Università di Italia, Francia e Grecia, si incontreranno sul territorio aspromontano per consolidare e diffondere la politica Medimont e per valutare la coerenza delle azioni intraprese in seno al progetto.
Il 28 settembre sarà la giornata dedicata al confronto tecnico nella Mediateca “P. Creazzo” di Cinquefrondi. Dal 29, invece, comincia il cammino, con tre escursioni di esplorazione, guidate e curate da specialisti di settore, per approfondire gli aspetti scientifici e restituire una chiave di lettura ed un’interpretazione naturalistica degli ambienti percorsi. Il metodo utilizzato si incentrerà sulla ricerca di specie caratterizzanti e di indicatori biologici ampliando l’indagine anche al contesto geologico e archeologico. E’ possibile iscriversi sia al Convegno del 28 “La pianificazione strategica in natura” che agli eventi sul territorio per le giornate del 29-30 settembre e 1 ottobre.
Medimont, attraverso la costituzione di rete e partnership attiva (che ha già registrato l’adesione dei Parchi nazionali italiani Aspromonte, Cilento e Vallo di Diano, Pollino, Sila; dei Parchi nazionali dell’Oiti e di Parnassos in Grecia; dei Parchi Regionale delle Alpi Liguri, del Matese, dei Nebrodi e di Roccamonfina; l’Università della Corsica ed i Comuni di Cinquefrondi (RC) e Zungri (VV), si propone di pianificare e sviluppare azioni di formazione e diffusione della cultura ambientale. Contemporaneamente si sta costituendo un database centralizzato che raccolga i dati relativi alle biodiversità ed agli habitat dei territori partner. In questo modo, abbinando ai dati tecnici della rete sentieristica i dati relativi alla botanica, alla geologia (ed in futuro all’archeologia) si otterrà un risultato in linea con i tempi, attraverso cui chiunque, smartphone/gps alla mano, potrà ricevere i dati corrispondenti al dettaglio del tratto percorso e potrà indirizzare il suo cammino approfondendo quello che più lo interesserà.
Maggiori dettagli del progetto sono consultabili alla pagina: http://www.cai-tam.it/progetti-medimont, mentre è possibile scaricare il programma completo sul sito internet del Parco: http://www.parcoaspromonte.gov.it/2017/09/meeting-internazionale-medimont-il-parco-nazionale-dellaspromonte-tra-bio-e-geo-diversita/.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

Notizie correlate