Premiati a Ischia Nicola Gratteri e Antonio Nicaso

Lun, 04/08/2014 - 12:09

Grande festa a Ischia in onore del procuratore aggiunto di Reggio Calabria, Nicola Gratteri, e del giornalista italoamericano Antonio Nicaso, origini calabresi e per tantissimi anni vice direttore a Toronto del Corriere Canadese, e a cui il sindaco di Ischia, Giosi Ferrandino, ha consegnato il Premio “I Love Ischia 2014 per la saggistica e la legalità”, legato alla “poderosa produzione letteraria sulla ‘ndrangheta, che in tutti questi anni ha contribuito a colmare un deficit conoscitivo su uno dei fenomeni criminali più potenti nel mondo”.
La motivazione del premio a Nicola Gratteri ed Antonio Nicaso va ancora oltre: “L’ultimo volume scritto e tradotto in vari Paesi stranieri, «Acqua Santissima» (Pellegrini Editore) – vi si legge – colma un vuoto di conoscenza che consentirà alle generazioni del futuro di approfondire ancora meglio la storia di un fenomeno criminale oggi di livello internazionale, che ha fortemente condizionato la vita del Sud e devastato la vita privata e personale di migliaia di famiglie, come tale – da condannare e da rifiutare”.
“Ischia – sottolinea il sindaco Giosi Ferrandino presentando in pubblico il procuratore Nicola Gratteri – si sente onorata di poter ricevere sull’isola questo magistrato calabrese che ha fatto della lotta alla legalità e della diffusione letteraria del fenomeno criminale la mission della sua vita, sfidando ogni giorno anche i poteri forti di questo Paese. Ischia non finirà mai di ringraziarlo per questo”.

Premio speciale per l’informazione regionale è toccato, invece, al caporedattore della Sede Rai di Napoli, Antonello Perillo, per le inchieste e gli approfondimenti che il Tg Regionale della Campania ha prodotto nel corso di questi ultimi 12 mesi, “Un Tg, il suo, segnato e contraddistinto da un senso di rigore e di imparzialità degno del miglior servizio pubblico italiano”.

Identico premio in passato era già stato assegnato qui a Ischia ad un altro giornalista Rai, Alfonso Samengo, nella sua veste allora di vice direttore di Rai International.
Motivazioni quasi identiche, legate al valore e alla qualità del loro impegno professionale, e del lavoro prodotto dalle loro rispettive testate, sono toccate alla giornalista Elvia Grazi, direttore responsabile di “Star Tv”, a Roberto Croce, famoso regista e coreografo della Rai, a Franco Lauro, conduttore di 90° minuto per Rai Due, al giornalista Salvatore Lordi per “Dimensione Suono” e al giornalista di Rai Regione Campania Enrico Deuringer.
Dulcis in fundo, un Premio Speciale, questa volta la Cittadinanza Onoraria dell’Isola di Ischia, è stato assegnato al giornalista napoletano Franco Cavallaro, capo Ufficio Stampa del Centro Internazionale Europeo sul Turismo, che proprio in queste settimane ha promosso e ufficialmente aperto a Roma la mostra sui Papi, unica al mondo, ospitata in Castel Sant’Angelo proprio in onore di Papa Francesco, e che vanta già un record assoluto di presenze e di visitatori stranieri.
Il prestigioso riconoscimento “I Love Ischia per la ricerca e la divulgazione scientifica” è andato, infine, ad un famoso ricercatore italiano, il prof. Alberto Villani, direttore della Struttura Complessa di Pediatria Generale all’Ospedale Bambin Gesù di Roma, “per il ruolo fondamentale che i ricercatori del più famoso ospedale pediatrico italiano compiono ogni giorno in favore dei bambini ammalati e che ogni giorno arrivano al Bambin Gesù purtroppo da ogni parte del mondo”.
Madrina della serata è stata Maria Giovanni Elmi, è il caso di dirlo “indimenticabile fatina di Rai Due”, e che a Ischia è così tanto di casa da essere considerata ormai una delle vere regine dell’isola.

Autore: 
giornalisti italia
Rubrica: 

Notizie correlate