Presentata la lista “Ardore Terra Madre” che concorrerà alle Amministrative

Mar, 09/04/2019 - 18:20

Ieri, 08.04.2019, nella sede della compagine che sta ragionando sulle candidature ed il programma da presentare agli elettori nelle imminenti consultazioni elettorali del Comune di Ardore del maggio prossimo, si è tenuta una pubblica riunione durante la quale il Comitato coordinatore del gruppo, a cui si è associato il Comitato civico ardorese, che ha aderito al progetto, ha presentato il simbolo, precedentemente selezionato fra tre diverse proposte, che rappresenterà la lista. La denominazione “ARDORE TERRA MADRE” , che già di per se richiama alla mente concetti e legami forti con lo spirito degli abitanti di questo territorio, contorna una rappresentazione iconica di un paesaggio che, simbolicamente, rievoca le caratteristiche  geografiche, culturali e sociali della nostra zona, che spazia dalla vista del monte “Tre Pizzi” ai campi arati delle nostre colline, allo skyline dell’abitato del centro storico di Ardore, al bellissimo mare Ionio che, verso l’orizzonte, è sovrastato dal disco del sole nascente. Questa immagine d’insieme, a tutti familiare,  racconta la storia – come si legge nel testo della presentazione del logo - di un territorio unico senza spazio né tempo, una terra generosa, spesso tradita, sospesa tra esperienze passate e future speranze: questo è, in estrema sintesi, il significato che emana dal simbolo della lista su cui campeggia, come un monumento eterno, la figura del “seminatore”, contemporaneamente dignitosa e nobile, che misura il campo a larghi passi, incedendo sul terreno arato e pronto ad accogliere le sementi: i semi ed il seminatore, due metafore della nostra tradizione  e della nostra voglia di riscatto attraverso il lavoro per cui quello che conta, alla fine, è seminare, rimarcando il concetto evangelico secondo il quale, anche se non tutto il seme riuscirà a germogliare, per le varie avversità che si possono presentare, “ … rimarrà sempre comunque nell’uomo la gioia di aver seminato”. Nel logo, hanno dichiarato i promotori Campisi, Fascì, Grenci, Pulitanò, Sansotta e Zappavigna, è contenuta l’anima della nostra proposta politica, che si pone nel solco delle recenti esperienze amministrative a cui hanno lavorato negli ultimi 25 anni, a vario titolo e con ruoli diversi, donne ed uomini di buona volontà che, con il coinvolgimento della cittadinanza, hanno fattivamente ed orgogliosamente contribuito a far crescere Ardore. Tutto ciò è stato e - se avremo il consenso della cittadinanza - sarà ancora possibile, grazie alla reale conoscenza dei problemi del territorio che il gruppo dei futuri candidati, che si va componendo, ha delle problematiche ad esso connesse. Si è consapevoli – conclude il Comitato - che il progetto di “ARDORE TERRA MADRE”, per essere attuato, necessita sempre più del coinvolgimento, a diversi livelli, di tutte le forze vive della comunità e, soprattutto, ha bisogno della freschezza di tutti coloro che sono chiamati, molti per la prima volta, a concorrere alle scelte strategiche riguardanti le future sorti del nostro paese.

Rubrica: 

Notizie correlate