Primo ciak a Mammola per il docufilm su Nik Spatari

Mer, 24/07/2019 - 12:29
Sono iniziate le riprese del docufilm diretto da Luigi Simone Veneziano che racconterà in chiave inedita il grande artista calabrese amato da Pablo Picasso e Jean Cocteau e fondatore con la compagna Hiske Mass del Musaba.

Ciak a Mammola per la produzione del docufilm ispirato alla vita e alle opere di Nik Spatari, artista amato da personaggi del calibro di Pablo Picasso e Jean Cocteau. “Il sogno di Jacob”, che dà il titolo al film, è proprio il nome di uno dei capolavori più famosi del maestro calabrese che fondò a cavallo tra gli anni 60 e 70, insieme alla sua compagna Hiske Maas, il Musaba: un museo laboratorio nel cuore dell’Aspromonte. Il film racconta la vita di Nik e delle sue forme espressive attraverso la fusione di elementi reali e di fiction. Elemento centrale del racconto è l’ispirazione che ha mosso le mani dell’artista fin da quando era solo un bambino. Sensibilità, conoscenza e conflitto interiore animano l’azione e la narrativa del documentario. Diretto da Luigi Simone Veneziano e prodotto dall’associazione culturale Le Sei Sorelle, il docufilm è realizzato grazie ai fondi Pac della Regione Calabria per la valorizzazione del sistema dei beni culturali calabresi, al sostegno della Fondazione Carical e ha il patrocinio gratuito della Calabria Film Commission del Parco nazionale dell’Aspromonte. Nel cast de “Il sogno di Jacob” Francesco Paglino, attore di teatro e di cinema per registi come Paolo Sorrentino, Eduardo De Angelis, Stefano Incerti e Roberto Faenza. A teatro ha lavorato con Renato Carpentieri, Enrique Vargas, Remondi e Caporossi e in numerose produzioni di Teatri Uniti con la regia di Andrea Renzi e di Toni Servillo; Enzo De Liguoro, attore e performer riconosciuto a livello europeo, che vanta collaborazioni con Marina Abramovich, Studio azzurro, Rabarama, conosciuto al pubblico del piccolo e grande schermo per le interpretazioni in “Squadra antimafia”, “L’ultimo padrino” e “Corpo celeste”; Pino Torcasio, attore di fiction e serie televisive come “Romanzo criminale”, “Gente di mare2”, “Solo”. Lo scrittore calabrese di fama internazionale, Gioacchino Criaco autore di bestseller come “Anime nere” e “La maligredi”, interpreta se stesso in un cameo del film. Nella troupe Vittorio Sala, direttore della fotografia, che lavora tra l’Italia, il Regno Unito e il Portogallo; Luigi Porto compositore e sound designer che si divide tra l’Italia e gli Stati Uniti; Francesca Marchese, attrice, regista teatrale, assistente regia di produzioni cinematografiche; Alessia Principe, scrittrice e giornalista, Andrea Ras aiuto regista.

Rubrica: 

Notizie correlate