Pulizie all’Ospedale senza regolare gara d’appalto: 17 indagati ASP

Sab, 09/07/2016 - 12:51

Sarebbe stata appena conclusa l’indagine che il giudice Ezio Arcadi, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Locri, starebbe conducendo nei confronti di 17 dirigenti ASP e della società Coopservice di Locri, affidataria dei servizi di pulizia degli Ospedali di Locri, Siderno e della struttura ex AIAS di Stignano. Gli indagati, senza aver sottoscritto un contratto in seguito a regolare gara d’appalto, avrebbero infatti accordato un compenso superiore ai 6 milioni di € per prestazioni regolari e accessorie fornite dalla società nel periodo compreso tra l’1 luglio 2011 e 31 dicembre 2015, quando il rapporto di fornitura dei servizi era in realtà terminato il precedente 30 giugno 2011 (a seguito ai regolari accordi di stipulazione risalenti al 15 settembre del 2008). Insomma, il pubblico ministero ha sottolineato che, stando alle indagini, sarebbe stata avviata una collaborazione illecita tra ASP e Coopservice “con evidente vantaggio patrimoniale della società affidataria del servizio, che ne manteneva la titolarità a dispetto della scadenza del rapporto già maturata da lungo tempo e senza passare attraverso la procedura di una nuova gara ad evidenza pubblica e con intuitivo danno delle imprese che avrebbero potuto concorrere alla nuova gara ad evidenza pubblica che l’ASP di Reggio Cal. (nel frattempo subentrata alla ASL n. 9 di Locri) avrebbe dovuto senza meno indire nell’imminenza della scadenza”.

Rubrica: 

Notizie correlate