QUINTO GIORNO CAMPO DI CONOSCENZA E SOLIDARIETA’ RIACE

Gio, 25/07/2013 - 12:37

Scelti i colori con cui dipingere l’anfiteatro e finiti i lavori preparatori si è cominciato a passare la prima mano di colore. Intanto la statua “La speranza” ha preso forma ed è quasi pronta per l’inaugurazione di sabato.

Nel pomeriggio di ieri l’incontro con i ragazzi de “La politica al caffè” si è trasformato in un vero e proprio dibattito sulla Costituzione, sul concetto di democrazia, sulla storia della Calabria e sui cinque martiri di Gerace.

La sera ha visto l’esibizione del cantastorie Nino Racco che, interagendo coi presenti e improvvisando come solo lui sa fare ha anche cantato “buon compleanno” a Nina, asina che ieri compiva un anno di vita. Tra musica e storie Nino ha dato l’avvio al corteo che ha attraversato Riace cantando “I 100 passi” dei Modena City Ramblers fino all’opera in legno che è stata inaugurata dal sindaco Domenico Lucano e dall’artista che l’ha creata, Nino Vitale. L’opera ritrae un Peppino Impastato di colore, per sottolineare il modello di accoglienza dei migranti riacesi e l’importanza della lotta a tutte le mafie.

Oggi, dopo la consueta mattina di lavoro, i ragazzi e le ragazze del campo Recosol scopriranno le bellezze del torrente Allaro che risaliranno per alcuni chilometri.

E alle 21:30, alla porta dell’acqua, un altro importante appuntamento, quello con Mario Congiusta, a cui sono tutti invitati a partecipare.

Notizie correlate