Ranuccio a Salvini: “Palmi è anche bellezze paesaggistiche e culturali”

Mer, 11/07/2018 - 10:00

Caro Matteo,
Ti scrivo da giovane sindaco della città di Palmi, che oggi visiti per la prima volta, per esprimere tutto il mio apprezzamento e la mia soddisfazione per quanto di importante la tua visita rappresenti per la comunità che mi onoro di amministrare. La città di Palmi è senza dubbio orgogliosa della tua presenza quale Ministro dell’Interno, per un evento ed un gesto di estrema valenza simbolica e sostanziale. Come amministrazione comunale, abbiamo creduto e sposato da subito questo progetto, che oggi compie un importante passo avanti con la firma apposta direttamente dal Ministro dell’Interno, sul posto. Un bene, frutto della prevaricazione mafiosa, che dalle mani della criminalità passa a quelle dello Stato non è mai un fatto banale, perché riafferma con decisione la presenza della sovranità di quest'ultimo sul territorio. È la riaffermazione della legalità sull’illegalità, del giusto sul malfatto, del bene sul male. Il profumo della libertà che vince e supera il puzzo del crimine.
Ad aggiungere ulteriore rilevanza al caso di specie, vi è poi il fatto che l’immobile confiscato vada a trasformarsi in un commissariato di Polizia, presidio di sicurezza e legalità quindi, al servizio del territorio.
Tutto ciò, evidentemente, genera in me e in tutti i cittadini palesi onesti, che sono la stragrande maggioranza, grande soddisfazione e motivo di orgoglio.

È tuttavia mio dovere sottolineare, per onestà intellettuale, come Palmi, la cui amministrazione non è mai stata sciolta per mafia, non sia esclusivamente terrà di criminalità e di malaffare, ma anche di ricchezza morale, culturale, antropologica e paesaggistica. Proprio nella considerazione di quanto di negativo contraddistingua qualcosa, nasce forte la necessità di far riaffiorare quanto di positivo vi sia invece in contrapposizione. Il nostro territorio ha vissuto e vive sì la piaga quotidiana del sopruzso e dell’ingiustizia, che ha segnato peraltro le pagine più buie della sua storia, ma, come detto, Palmi è anche città di bellezza, arte e cultura; è la città che ha dato i natali a nomi illustri della letteratura, della musica e della filosofia, come Leonida Repaci, Francesco Cilea, Nicola Manfroce, Antonio Altamente e Francesco Cardone. Personaggi, questi, il cui patrimonio e la cui eredità sono oggi visibili ad esempio presso la Casa della Cultura intitolata a Leonida Repaci, tra i musei più importanti del meridione, che ospita opere di artisti come il Modigliani ed il Tintoretto. Palmi è la città della Varia, manifestazione religiosa, antropologica e culturale riconosciuta dell’Unesco come patrimonio immateriale dell’Umanità e, come tale, da essa tutelata e valorizzata a livello mondiale. Palmi è la città della storia dell’uomo, che ne corso dei secoli ha qui lasciato le proprie tracce; culla della civiltà dei Taureani, nata dagli scambi commerciali con la Grecia che dominava il Mediterraneo ed ancora visibili nel nostro Parco Archeologico. Palmi è poi la città della bellezza naturalistica, balcone sul Mediterraneo e sulle Isole Eolie, perla di una cornice straordinaria come la Costa viola, così battezzata da Omero, che nei suoi tramonti vide tutte le sfumature di quel colore. Siti balneari di indiscutibile bellezza come le calette di Rovaglioso e della Marinella, o le spiagge della Tonnara, più volte selezionate tra le più belle d’Italia dalle riviste di settore. Spiagge sovrastate dal promontorio del Sant’Elia, dal quale è possibile ammirare un panorama mozzafiato, di cui già dal 15º secolo esploratori e scrittori Europei descrivevano le maraviglie, rimaste impresse nei loro scritti. Una vista tutelata sin dal 1927, per decreto del Ministro della Pubblica Istruzione Pietro Fedele. Tra il mare e la montagna, l’ennesimo gioiello che impreziosisce la nostra città, il sentiero del “Tracciolino”, apprezzato dai turisti di tutta Europa per le sue viste a strapiombo sul mare.

Ribadendo, ancora una volta, la felicità e l’apprezzamento per averti avuto ospite, seppur per breve tempo, nella nostra Palmi, per un evento di estrema importanza, spero di riaverti qui anche in circostanze differenti, magari a godere delle ricchezze naturalistiche di cui siamo custodi gelosi.

Cordiali Saluti

Il Sindaco di Palmi
Avv. Giuseppe Ranuccio

Rubrica: 

Notizie correlate