Reggio Calabria: si rinnova l’iniziativa “Un mese del genere”

Gio, 08/02/2018 - 12:00

Parte oggi “un mese del genere”, che per il secondo anno consecutivo, fino all’8 marzo, attuerà campagne di sensibilizzazione nelle scuole per promuovere l’uguaglianza e il rispetto di sé e delle diversità. 
L’iniziativa è promossa da Lucia Anita Nucera Assessora alle Pari Opportunità e Welfare del Comune di Reggio Calabria in collaborazione con Anna Nucera, Assessora alla Pubblica Istruzione, Irene Calabrò Assessora alla Valorizzazione del Patrimonio Storico Artistico e Michela Calabrò  Presidente Commissione Pari Opportunità del Comune di Reggio Calabria.
L’assessora   Lucia Nucera  nel presentare l’iniziativa   afferma:
«Nonostante se ne parli tanto, la discriminazione di genere, purtroppo, è un problema ancora presente ovunque. Proprio nella scuole dove i ragazzi e le ragazze compiono un percorso fondamentale di crescita culturale e umana, è possibile ed auspicabile intervenire per rimuovere gli stereotipi culturali e comportamentali, che determinano la distorta costruzione dei ruoli maschili e femminili». 
Continua Lucia Nucera: 
«La scuola e la società devono formare donne e uomini del domani capaci di riconoscere l’importanza delle differenze di genere e usarle come un valore aggiunto per una società migliore».
Con questa finalità “Un mese del genere” si propone di prevenire la violenza di genere presso le giovani generazioni e diffondere la consapevolezza di un'identità di genere per fornire strumenti e reali strategie per combattere e superare la discriminazione tra i sessi.
«In questo mese gli studenti saranno i protagonisti, con le loro idee, i loro desideri, le loro qualità indipendentemente dal sesso, dal colore e dalla religione a cui appartengono. Bisogna   rompere gli schemi tradizionali, promuovere un’educazione alla diversità, alla tolleranza e contribuire a formare una maggiore sensibilità»   conclude Lucia Nucera.
All’interno della scuole per tutto il mese saranno i ragazzi attraverso   la visione di cortometraggi e documentari, la presentazione di libri, incontri e forum sul tema della valorizzazione delle diversità, mostre, teatro e sport,  a concordare con i docenti le attività che toccheranno  anche le  tematiche  dei  pericoli della rete, il bullismo e il cyber bullismo, la socializzazione di genere.

Rubrica: 

Notizie correlate