Rinascimento a San Luca

Dom, 16/06/2019 - 18:40

San Luca è uno dei tanti paesi della Locride dove la disoccupazione è la causa principale dello spopolamento del territorio.
Lo Stato non è riuscito a creare nel territorio calabrese le condizioni per lo sviluppo, spesso si è reso latitante. Non ha compreso che una Calabria produttiva è indispensabile per l’economia italiana come è indispensabile anche l’alta velocità per abbattere le frontiere tra nord e sud del Paese.
La nuova Questione Meridionale si riscatta con il lavoro: esso è dignità e libertà nello stesso tempo. I giovani non vogliono più vivere di assistenzialismo, desiderano un lavoro produttivo utilizzando le risorse del territorio.
La notizia che nel paese natio dello scrittore Corrado Alvaro si ritornava a votare, ha emozionato un vasto pubblico, pur non essendo abitanti di quel borgo nel cuore dell’Aspromonte.
I candidati di entrambi gli schieramenti hanno saputo dialogare con i cittadini, motivando la necessità di avviare una nuova stagione per la vita di San Luca.
I sanluchesi hanno sposato la democrazia, abbandonando una lunga protesta durata sei anni contro lo Stato che sentivano lontano dai loro bisogni.
La grande partecipazione popolare alla consultazione elettorale ha un profondo significato: quello di avviare un nuovo percorso, mettendo da parte le pagine tristi della cronaca giudiziaria e dei film oscurantisti che delegano San Luca come paese senza nessuna prospettiva di futuro.
Il voto esprime la voglia di dare una svolta alla propria comunità e un messaggio ai giovani a costruire il proprio percorso di vita nella legalità, creando autostima sulle proprie capacità.
I sanluchesi sono cittadini del mondo e possono essere orgogliosi di vivere a San Luca, dove un loro concittadino di grande cultura, di nome Corrado Alvaro, ha saputo descrivere la bellezza dei luoghi, l’umanità dei suoi abitanti e l’ospitalità tipica che rappresenta il modo di vivere di questo paese e di tutta la Calabria.
Si apre una nuova fase culturale e politica per tutta la comunità, dove il nuovo sindaco Bruno Bartolo, consapevole delle difficoltà, ma fiducioso per essere stato eletto con un grande consenso elettorale dai suoi concittadini, metterà tutta la passione per far decollare San Luca.
Da solo non ha la forza per accendere i nuovi riflettori sulla comunità, ha bisogno dell’aiuto di tutti gli eletti nel Consiglio Comunale, ma in modo particolare della stima costante dei suoi cittadini.
Lo Stato Centrale, Regionale e quello della Città Metropolitana di Reggio Calabria di cui San Luca fa parte, devono dare segnali forti di concretezza: non bisogna dar loro tregua! La vera vittoria ci sarà quando si risolveranno i problemi della gente e in particolare dei giovani. C’è la necessità di creare lavoro produttivo, investendo risorse nell’agricoltura montana e sul turismo, due settori fondamentali per la realtà di San Luca.
La Regione Calabria deve farsi promotrice di un film sulla vita dello scrittore Corrado Alvaro, mettendo in risalto la bellezza dei luoghi per fare in modo che diventino meta turistica per gli amanti della natura e della cultura.
Sarà il lavoro ad allontanare i giovani da percorsi devianti e farli vivere nella bellezza, allontanandoli dal degrado sociale. Si aprirà così un nuovo Rinascimento, dove si svilupperanno nuove energie in tutti i campi della vita sociale, dando nuova linfa e nuove speranze alle nuove generazioni che sono il presente e il futuro di una società che vuole vivere nella serenità.
Dopo una fase buia si accendono nuovi entusiasmi e nuove speranze.
I giovani sono consapevoli che il cambiamento è possibile se ognuno di loro sarà capace di sviluppare idee economiche e sociali: indietro non si torna!
Proprio dai giovani di San Luca partirà un raggio di sole che illuminerà il territorio della Locride, dove la poetessa Nosside con il suo canto alla vita e alla bellezza accompagnerà il loro percorso.
Il nuovo Sindaco di San Luca, che ha sposato gli ideali del movimento operaio e contadino, rappresenta una fortezza per la democrazia. Qui i giovani potranno sviluppare le proprie energie come forza trainante del cambiamento, perchè saranno loro il nuovo Rinascimento della bella e armoniosa San Luca.

Autore: 
Giorgio Castella
Rubrica: 

Notizie correlate