Sanità Day: dopo la protesta l’assemblea dei sindaci avvia la fase operativa

Mar, 30/10/2018 - 20:00

Questo pomeriggio, presso la Direzione Sanitaria dell’Ospedale di Locri, si è svolta l’assemblea dei Sindaci della Locride, utile a fare il punto della protesta avviata con il Sanità Day dello scorso 20 ottobre. Questi undici giorni di presidio dinanzi l’ingresso dell’ospedale, in grado di raccogliere il sostegno di circa 3.000 cittadini, sono stati unanimemente ritenuti proficui e utile punto di partenza per un’azione sinergica che deve adesso tramutarsi in azioni concrete.
Uditi i vari interventi, l’assemblea dei sindaci, alla quale hanno partecipato 26 primi cittadini del comprensorio, ha determinato di continuare la battaglia in difesa dell'Ospedale con rinnovata e determinata convinzione attraverso le seguenti azioni:

  1. istituzione di una Commissione dei Sindaci di verifica delle problematiche ospedaliere con ispezione nei singoli reparti;
  2. avvio si una petizione online formale, proposta dall'Associazione dei Comuni della Locride;
  3. prosecuzione della raccolta firme a sostegno della piattaforma per la sanità nei singoli comuni con autonome modalità organizzative;
  4. convocazione di consigli comunali che discutano e approvino il documento sulla sanità;
  5. convocazione di Assemblee tematiche nelle scuole per effettuare confronto con gli studenti, futuro del territorio;
  6. incontro-confronto ufficiale con il commissario Scura per la condivisione e la sottoscrizione della piattaforma proposta dai Sindaci;
  7. invito alla Commissione Sanità della Regione Calabria a un confronto finalizzato anche alla revisione della legge che ha sancito la perdita dell'autonomia per il nostro ospedale;
  8. richiesta di incontro con S. E. Il Prefetto di Reggio Calabria con lo scopo di riavviare il Tavolo Sanità Locride istituito dal Ministro alla Salute Lorenzin;
  9. invio della relazione alle Commissioni Sanità di Camera e Senato;
  10. 10.richiesta di incontro istituzionale con il Ministro della Salute On. GRILLO.

Qualora anche questa fase non garantisse al territorio di ottenere le risposte pretese da chi di competenza, l’Assemblea ha stabilito di effettuare uno “Sciopero Generale della Locride” a metà dicembre.

Rubrica: 

Notizie correlate