Sanità Day: le rassicurazioni di Sucra non cancellano lo scetticismo

Mar, 25/09/2018 - 10:00

Nel pomeriggio di ieri si è svolto il tanto attesto “Sanità Day”, attraverso il quale il sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, ha voluto intavolare un nuovo discorso con le istituzioni al fine di far comprendere al meglio quali sono le problematiche che affliggono l’ospedale di Locri e perché di alcune di esse non si può più rimandare la soluzione. L’incontro, resosi necessario anche alla luce del recente sollevamento dall’incarico di Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria Giacomino Brancati da parte dello stesso commissario alla sanità Massimo Scura, ha prodotto un acceso dibattito tra l’ingegnere e i rappresentanti di centrodestra Francesco Cannizzaro e Marco Siclari, mentre più moderati sono stati i toni mantenuti dal padrone di casa Calabrese e dal rappresentante del Movimento 5 Stelle Giuseppe Auddino. Nonostante lo scetticismo palesato dal primo cittadino di Locri al termine dell’incontro non sono mancate le rassicurazioni da parte di Scura, che nel suo intervento ha affermato di aver già adottato tutti i provvedimenti possibili affinché l’ospedale di Locri possa diventare la struttura efficiente che i cittadini meritano di avere. «Dal punto di vista commissariale abbiamo svolto il 90% dei compiti e adesso si deve concretizzare: dobbiamo inserire i primari, i direttori di struttura complessa, assumere velocemente ovunque personale anche attingendo direttamente alle graduatorie e senza fare concorsi, che ci fanno perdere tempo… Io mi sono nominato soggetto attuatore proprio per prendere le decisioni in tempi veloci e avere la garanzia che non ci siano condizionamenti e sono qui oggi nel solo interesse dei cittadini di Locri, il cui ospedale mi sta a cuore per il mio continuo rapporto dialettico con il sindaco. In ogni caso - conclude Scura - posso garantire che in sei mesi garantisco vedremo già i risultati di questo lavoro e che in un anno sarà sistemato tutto. Purtroppo, tuttavia, sarà diverso discorso degli investimenti, vincolato a lungaggini burocratiche che ci obbligheranno ad attendere di più per quanto riguarda i nuovi macchinari e per il miglioramento della struttura, ma sono sicuro che con il tempo supereremo tutte le difficoltà».

Rubrica: 

Notizie correlate