Sanità: Imbarazzanti le audizioni di Scura e Oliverio. Il governo intervenga immediatamente

Ven, 21/09/2018 - 19:00

"Il governo nazionale decida in fretta e ponga fine alla scellerata gestione della sanità calabrese. Le audizioni al Senato del commissario ad acta per il piano di rientro Massimo Scura e del governatore Mario Oliverio hanno ancora una volta dimostrato il fallimento del commissariamento e lo stato pietoso in cui versa il comparto nella nostra Regione". Ad affermarlo è il delegato di Reggio Calabria dell'Udc Riccardo Occhipinti che chiede, adesso, una pronta inversione di tendenza e decisioni immediate da parte del governo nazionale guidato dal premier Conte. "Non si può amministrare la sanità in Calabria soltanto con criteri ragionieristici e misure draconiane - prosegue Riccardo Occhipinti - Il taglio ai budget per le strutture private e la chiusura degli ospedali di periferia, come hanno ricordato anche i vescovi calabresi, hanno solo ulteriormente messo a rischio la salute dei calabresi. Né ha giovato ad un’efficace amministrazione lo scontro senza quartiere, spesso finito nelle Aule di Tribunale, tra il commissario Massimo Scura e il governatore Mario Oliverio. È arrivato il momento di voltare pagina. Il governo Cinque Stelle-Lega che si autodefinisce il governo del cambiamento - dice ancora Occhipinti - ha adesso l'occasione per dimostrare alla Calabria, dove ha raccolto tantissimi conensi, di essere coerente con questa definizioni. Rimuova il commissario Scura e ponga in essere una strategia per fare in modo che la Regione possa presto uscire dalla gestione commissariale e garantire ai suoi cittadini un'adeguata tutela del diritto alla salute. L'Udc si schiera al fianco dei diritti dei calabresi e aderisce fin da subito alla manifestazione che nei prossimi giorni si terrà a Locri per scongiurare la chiusura dell'ospedale".

Riccardo Occhipinti

Delegato Udc Reggio Calabrisa

Rubrica: 

Notizie correlate