Sant’Ilario ospita la “Gara regionale di tecniche della Protezione Civile”

Ven, 03/07/2015 - 12:46

Altruismo, disponibilità, professionalità: tutto questo e molto di più sono i volontari della Protezione Civile calabresi riuniti, nel fine settimana scorso, a S. Ilario dello Ionio (RC) per la terza edizione della “Gara regionale di tecniche della Protezione Civile”. Una manifestazione fortemente voluta nella Locride da Antonio Costanzo, architetto, da sempre impegnato sui temi umanitari e civili, responsabile della sezione di protezione civile “Augustus Bovalino”, insieme al Presidente Salvatore Natalizio, che hanno trovato il pieno sostegno del Sindaco di S. Ilario Pasquale Brizzi, della Presidente del Consiglio comunale Tina Policheni e di tutti gli assessori e consiglieri che si sono adoperati, a vario titolo, per la realizzazione dell’evento.
Due giorni intensi tra dibattito, riflessione e simulazioni declinati sul tema “Emergenza in disabilità solidale”. Un grande meeting dai forti accenti umanitari organizzato dall’associazione “Augustus” di Vibo Valentia e di Bovalino, con la collaborazione di CIVES Coord. Calabrese, Coord. Regionale Soccorso Senza Barriere, ARCI Pesca Fisa Comit. Reg.le Calabria, CIPC ARCI Pesca Fisa Gruppo Siderno, AISM Com. Reg.le Calabria, Ass. Asproverde Sinopoli, Ass. “Cultura e Tradizioni” Condojanni”, amministrazione di S. Ilario e con il patrocinio della Provincia di Reggio Calabria.
Nella prima giornata, sabato scorso, il convegno di apertura, dopo i saluti del Sindaco Brizzi e l’introduzione a cura di Antonio Costanzo, ha visto i qualificati interventi del Presidente regionale di “Soccorso senza barriere” Gianfranco Pisani, del Presidente Maurizio Arena CIVES di Vibo Valentia e di Nicola Nocera, presidente “Augustus” Vibo Valentia. È stata sottolineata l’importanza della delibera della Giunta regionale n. 135/2015, che prevede l’implementazione dei piani comunali di Protezione Civile, e del documento riportante la mappa sinottica della disabilità, e sono stati inoltre proiettati video con proposte per i futuri scenari e metodologie di soccorso alle persone disabili durante le emergenze. Una questione fondamentale quella della disabilità nell’ambito del primo soccorso su cui molta strada è stata fatta, anche e soprattutto grazie alla spinta propulsiva data alla normativa proprio dai volontari, e ancora molto c’è da fare con l’obiettivo di rendere sempre più efficaci gli sforzi e le energie concentrati sul soccorso in emergenza.
Nella giornata di domenica 28 giugno il territorio di Sant’Ilario è stato teatro della gara di Protezione Civile, con la simulazione di cinque scenari di emergenza e relativo intervento, su cui si sono misurate le otto squadre iscritte (CIVES A Vibo, CIVES B Vibo, CIPC Caulonia A, CIPC Caulonia B, Stella Maris A  Bova Marina, Stella Maris B Bova Marina): primo soccorso, massima emergenza, soccorso alla disabilità, soccorso a mare e antincendio. Sono risultati vincitori: al primo posto Cives Vibo A, al secondo CIPC Caulonia A, al terzo Cives Vibo B. Un premio speciale intitolato alla figura e all’opera di Francesca Zirillo, ostetrica condotta, prematuramente scomparsa e sempre viva nei cuori di tutti per la dedizione al suo lavoro, l’impegno civile e la straordinaria carica umana, è andato alla squadra Augustus Vibo Valentia, distintasi, oltre che per l’attività di soccorso tecnico, anche per il comportamento etico e umano nei confronti delle vittime.
L’Ufficio Stampa

Rubrica: 

Notizie correlate