Siderno e il mistero dei cristalli d’acqua

Lun, 09/03/2015 - 10:15

Noi tutti siamo rimasti immersi, per i primi nove mesi della nostra vita, in un liquido detto amniotico. Dopo la nascita abbiamo scoperto che il nostro corpo è formato al 70% di acqua. Quindi l'acqua è un elemento fondamentale per tutti, in quanto esseri viventi. Allo stesso modo anche le piante e gli animali sono fatti di acqua, e anche loro hanno bisogno continuamente di liquidi per garantirsi la sopravvivenza. Il motivo per cui noi siamo sulla terra ancora non è stato scoperto, quello che siamo riusciti a scoprire è che fino ad oggi abbiamo compreso solo il 3% di ciò che ci circonda. C'è una cosa però che può accomunare tutto: la vibrazione. Dice Masaru Emoto: “tutto è una combinazione di vibrazione energetica”; in sintesi noi vibriamo. Vibrando generiamo onde energetiche che si liberano nell'etere e influenzano ciò che ci è intorno. L'intuizione del dottor Emoto è innovativa: se noi siamo fatti di acqua e l'acqua è l'elemento più importante per vivere, allora questo fluido potrebbe subire le nostre vibrazioni. Queste considerazioni lo hanno portato ad eseguire esperimenti per verificarlo: nell'acqua rimane traccia della nostra vibrazione. In altre parole l'acqua possiede una memoria. Masaru Emoto decise nel 1994 di passare dalla teoria alla pratica prelevando campioni di acqua di molte parti del mondo, per poter poi notare la differenza tra loro. Una volta congelati, questi campioni rivelarono l'esattezza dell'intuizione: la fotografia del campione immortalò la forma che l'acqua prende a seconda della vibrazione che riceve in quel momento. Così scoprì anche che l'acqua tende a riprodurre ciò che vede e ciò che sente.

Masaru Emoto è deceduto pochi mesi fa, ma ha lasciato moltissime persone interessate a questo argomento, pronte a divulgare queste scoperte che spaziano dalla sfera scientifica a quella culturale, passando attraverso la fisica quantistica. Molti scienziati si sono interessati alla teoria di Emoto in questi 20 anni, tuttavia anche chi non si occupa di scienza è attratto dall'argomento. La cosa curiosa è stata osservare che i bambini sono coloro che maggiormente carpiscono il messaggio profondo che c'è alla base di tutto. Difatti  Emoto ha passato diversi anni a tenere in tutto il mondo incontri con bambini delle scuole poiché è proprio in quell'età che, secondo lui, meglio si acquisisce la conoscenza, si impara a riconoscere l'amore e la vibrazione positiva, per essere adulti migliori domani. Ha ideato e sviluppato l'Emoto Peace project: un progetto in cui distribuire gratuitamente ai bambini di tutto il mondo il libro illustrato sui cristalli dell'acqua dal titolo “Il Messaggio dall'Acqua” . Attraverso questo Messaggio si può portare un vero messaggio di pace che i bambini porteranno dentro di loro finché da adulti prenderanno decisioni coscienziose per sé stessi e per il mondo intero.

È per questo che l'associazione territoriale “Solidarietà Calabrisi” con la coordinazione locale di Toto Brizzi e con l'aiuto della Consulta Giovanile di Siderno, hanno voluto promuovere l'Emoto Peace project organizzando l'evento a Siderno per sensibilizzare verso nuove frontiere culturali. Per l'occasione l'associazione ha invitato l'Accademia dell'Acqua, ospitando uno dei referenti dell'Accademia, il portavoce per l'Italia del lavoro del Dr. Masaru Emoto, Andrea Nitta, per approfondire insieme questo argomento innovativo per il nostro  territorio.

Il Workshop, introdotto dal Senatore Pietro Fuda, si è tenuto al centro polifunzionale il giorno 28 febbraio e, nel ringraziarlo per la cortese presenza, ha potuto sottolineare anche un aspetto importante che riguarda l'acqua, ovvero il diritto di tutti i cittadini di poterne fruire come bene pubblico e mai privato. Il 27 febbraio Andrea Nitta ha potuto svolgere una lezione presso la scuola elementare Michele Bello, dove i bambini hanno passato una mattinata entusiasmante ad ammirare bellissimi mandala di cristalli dell'acqua, imparando a ringraziare l'acqua, le piante, gli animali e il pianeta terra. Ciò è stato possibile grazie a una bellissima e semplice lezione sull'acqua eseguita come format didattico dell'Accademia. Si sono rigenerati di vibrazioni armoniche e hanno gridato con gioia e a gran voce più volte nell'intera mattinata “GRAZIE!” a tutto ciò che al mondo esiste.

Saranno i bambini di oggi ad armonizzare e migliorare il nostro Pianeta, un mondo che vuole vivere, e vivere bene.

 

Autore: 
Serena Iannopollo
Rubrica: 

Notizie correlate