A Siderno il primo Family Campus degli Special Olympics

Mer, 14/06/2017 - 16:50

COMUNICATO STAMPA - Dal 15 al 18 giugno , nella elegante ed accogliente cornice del Grand Hotel President in Siderno, con la partecipazione del Comune di Siderno, si svolgerà il primo Family Campus Calabria. L’evento è organizzato dalla responsabile regionale dell'area famiglia del Team Calabria Special Olympics Italia, prof.ssa Irma Circosta, con la direttrice regionale del Team, prof.ssa Luisa Elitro e con la A.S.D. Andromeda, coadiuvate dalle associazioni Laboratorio Technè RC e Onlus Verdidee. “Il Family Campus costituisce una pregevole e proficua occasione annuale di incontro, solidarizzazione e confronto per le famiglie degli atleti Special Olympics Italia, il noto programma di allenamenti e competizioni atletiche per persone con disabilità intellettiva, riconosciuto a livello internazionale, nonché Associazione Benemerita del CONI e del Comitato Italiano Paralimpico, operante in tutte le regioni attraverso i Team locali”. Spiega l’avv. Patrizia Morello. “Protagonista di Special Olympics è l’atleta affetto da disabilità intellettiva. Un atleta “speciale” il quale, attraverso lo sport, viene posto nelle condizioni di sviluppare le proprie potenzialità, non solo fisiche, ma anche psichiche, emotive, sociali e relazionali. Protagonisti del Family Campus sono le famiglie degli atleti “speciali”, con tutto il loro pesante ma ricco bagaglio di emozioni, difficoltà, desideri, speranze, complessità. Famiglie a loro volta “speciali” perché imparano ogni giorno non solo ad essere radici e linfa di fiori delicati perché nati più vulnerabili di altri, ma altresì ad essere paladini della integrazione e dell’inclusione sociale, contro l’indifferenza e la cecità dell’animo umano. Il Family Campus - prosegue l’avvocato - vuole essere, proprio per queste famiglie “speciali”, uno strumento di aggregazione e cooperazione che annulli quel sentimento di solitudine e di frustrazione che rischia di soffocare i sogni di crescita e di inaridire la forza di lottare. È con questo anelito che gli organizzatori del primo Family Campus Calabria ne hanno strutturato il programma articolandolo, nelle sue quattro giornate, intorno a due capisaldi. Da un lato verrà curato quotidianamente l’approfondimento di temi particolarmente utili al supporto e alla crescita dell’intera famiglia del disabile. In particolare una prima attività convegnistica verrà dedicata nella mattina del 16, con l’ausilio della psicologa dott.ssa Stefania Mina, al corretto approccio alla sessualità del disabile per eliminare il disorientamento che tale esperienza porta con sé, consentire il corretto percorso evolutivo e comprendere come arginare gli inevitabili rischi connessi. Il giorno dopo è poi previsto un focus, curato dall’avv. Giuseppe Lombardo, che verterà, tra gli altri argomenti, sugli strumenti legislativamente apprestati per favorire l’autonomia e l’indipendenza del disabile una volta che sia cessato il supporto familiare per il venir meno delle figure genitoriali”. L’altro caposaldo del programma è poi costituito da gioiosi momenti di intrattenimento per gli atleti e i loro familiari, anche per il tramite di percorsi naturalistici e culturali nei comuni di Gerace e Gioiosa Jonica. “Comuni, questi – evidenzia ancora l’avvocato- ai quali si rivolge un sentito ringraziamento per la disponibilità accordata. Numerosissime le Autorità civili, militari e religiose che hanno dimostrato particolare sensibilità, garantendo la propria partecipazione e il proprio sostegno nelle diverse giornate dell’evento. Un ringraziamento particolare va al Presidente del Consiglio Regionale della Calabria, arch. Nicola Irto, per la preziosa vicinanza e dedizione riservate all’intero evento. Il programma dei lavori culminerà nelle intitolazioni ad Eunice Kennedy Shriver, fondatrice di Special Olympics nel mondo, di un campo giochi per bambini nel Comune di Martone e di una piazza nel Comune di Reggio Calabria, rese possibili dal fattivo ed entusiastico intervento dei Primi Cittadini dei due Comuni, prof. Giorgio Imperitura e avv. Giuseppe Falcomatà. Con il significativo slogan del primo Family Campus Calabria, “Let’s bear down!”, che in modo arguto gioca sul valore positivo attribuibile in lingua inglese alla parola “down”, il nostro intenso augurio è, dunque, “Mettiamocela tutta!”

 

Notizie correlate