Siderno: Il saggio di fine anno della Pedullà incanta il pubblico

Sab, 08/06/2019 - 13:00
Riceviamo e pubblichiamo

Nell’antica Grecia le Muse (da cui deriva il termine “musica”) ispiravano i musicisti a intonare melodie su strumenti e sulle proprie corde vocali. Ma a Siderno, nella Magna Grecia, non c’è stato bisogno di una Musa per ispirare i professori del corso ad indirizzo musicale della Scuola Secondaria di I grado “G.Pedullà”. Il saggio finale di quest’anno scolastico si è svolto in due momenti: la parte strumentale, con l’esibizione delle singole classi di strumento e poi dell’orchestra, e la parte corale, durante la quale alcuni alunni hanno interpretato i protagonisti di musical famosi. Tutto questo è stato il frutto del lavoro dei maestri Cataldo Gabriella (pianoforte), Gullace Salvatore (chitarra), Napoli Rossella (oboe), Passarelli Francesco (flauto), Pedullà Antonello (educazione musicale e coro).Tutti gli alunni sono riusciti a catalizzare l’attenzione del pubblico grazie alla loro bravura tecnica, ma anche grazie alla loro spontaneità nell’esibirsi, facendo divertire e sorprendere la platea. Alla fine dello spettacolo ,gli alunni hanno voluto ringraziare il professore Renato Riccio, docente di oboe che, insieme al preside Giuseppe Romeo ha dato vita, ben 41 anni fa, al corso sperimentale di musica.

Rubrica: 

Notizie correlate