Siderno: Un commerciante chiede la rimozione dei dossi in via Macrì

Dom, 05/08/2018 - 16:40

Gent.mo sig sindaco, mi permetta di esprimerle il pensiero di un cittadino che, come me la pensa sulla “questione dossi” diventati ormai famosi non solo a Siderno, ma stanno superando in notorietà i cipressi di Carducci!
Devo darle atto che ha lottato per molto tempo per rimettere in sesto quella via Macrì che sarebbe divenuta in brevissimo l’arteria più importante che si collega a nord ed a sud con la SS 106, evitando così l’attraversamento di tutto il centro cittadino! Purtroppo la brillante idea d’installare quegli ostacoli, in pochi giorni ha sortito eccezionali risultati. Lei, o chi per lei, ha avuto la capacità di distruggerla in pochi giorni, (-80% di transito), di affossare l’economia di tutta la zona, di far fare agli automobilisti il periplo di Siderno convogliando tutto il transito su corso Garibaldi rendendolo impercorribile a causa del traffico caotico cui oggi è sottoposto. Ma io non riesco ad immaginare un’ambulanza che debba portare una persona con flebo o con fratture, o incinta a Locri in ospedale: le fa fare il giro di tutta Siderno o potrà scaricare il paziente molto più vicino? O l’intervento dei Vigili del Fuoco, di Polizia o Carabinieri che con grande difficoltà e ritardo debbano recarsi dove necessario, basterebbe ad ordinarne, come prescrive la legge, l’immediata rimozione, caso contrario risponde civilmente e penalmente chi li ha fatti installare o chi non li abbia fatti rimuovere. Ma mentre lei è sensibile (giustamente) alle richieste di alcuni commercianti, non tiene in nessun conto quelli che sono i timbri di dozzine di aziende che gravitano intorno a tale arteria, le firme di decine di cittadini, nonché quanto scritto sui social da centinaia di sidernesi, dai quali presto riceverà una class action per risarcimento danni, in quanto ci sono mezzi più idonei, rapidi, efficaci, economici e legali, a protezione della pubblica incolumità.
Io non ho le capacità né l’intenzione di dare consigli a nessuno, non ho mai fatto politica, non ho mai fatto strumentalizzazioni, ma nella vita un solo consiglio si può anche dare nell’interesse di tutti i cittadini: si contorni di persone competenti!
Non me ne voglia, con immutata stima ed affetto, cordiali saluti.
NB. Veda nota Ministero del 26/10/2011, n. 5274

Autore: 
Mario Ferraro
Rubrica: 

Notizie correlate