Telefonia mobile e fissa - Le avventure di un poverocristo

Lun, 19/08/2019 - 17:20

Benvenuto in Danimarca, ti ricordiamo che puoi utilizzare la tua promozione senza costi aggiuntivi.
Bip, bip, bip: il tuo credito non è sufficiente per effettuare la chiamata.
Ma come? Ho minuti illimitati! Chiamo il gestore!
Ti ricordiamo che il tuo credito è negativo. Puoi effettuare solo chiamate di emergenza.
Eh già chiamare i propri figli in Italia per dire che siamo arrivati non è chiamata di emergenza. Fortuna che in hotel il wi fi è attivo. Messaggio di Whatsapp: “Tutto bene siamo arrivati. A domani”.
Gentile cliente ti offriamo 15 euro di credito che restituirai alla prima ricarica (+ costo 1,5 euro) rispondi SI.
Lascio perdere. Invio un messaggio di Whatsapp a mio figlio con preghiera di effettuare una ricarica di 10 euro, mi sarebbero bastati per rinnovare la promozione. Fatto. Gentile cliente non hai credito sufficiente per effettuare la chiamata! Decido di lasciar perdere e godermi la vacanza, userò il telefono come fotocamera e in hotel con il wi fi. 15 giorni senza telefono non sarà poi la fine del mondo.
Rientro e arrivo a Fiumicino, riaccendo il telefono e chiamo il gestore, racconto la mia disavventura e l’operatore mi dice che per errore il sistema mi ha azzerato il credito per due connessioni effettuate all’estero seppur in Europa. Le posso rimborsare 14 euro. Grazie. Il rinnovo della promozione il mese prossimo è assicurato, penso, e mi restano anche 4 euro. Piango solo con un occhio a fronte di una perdita secca di 12 euro. Allo scadere del mese: gentile cliente il suo credito non è sufficiente a rinnovare la promozione, credito negativo – 0,94 €. Dopo tre colloqui con la voce registrata riesco a parlare con un operatore che risponde dalla Romania. Gentile cliente lei ha attivato due siti porno che le hanno prosciugato il credito. Impossibile non è materia per me! Forse inavvertitamente ha pigiato il tasto, ecc. purtroppo non posso rimborsarle nulla perché è trascorso più di un mese dall’attivazione. Ma io ho parlato con il suo collega il 14 giugno che mi ha rimborsato l’importo delle connessioni detratto per errore e non mi ha avvisato di quest’attivazione. Può darmi il riferimento del suo collega? No signore, può scrivere una lettera alla compagnia per chiedere lumi. Cambio gestore con un salasso di 30 euro anche se resto 3 giorni senza telefono. Mi faccia disattivare tutti i servizi a pagamento. Amen, per adesso!
Ho un telefono fisso per poter ricevere le telefonate di chi non conosce il mio cellulare e per essere sulle pagine bianche oltre che per avere internet in casa. Mi chiamano alcuni amici al cellulare rimproverandomi che non siamo mai a casa, chiamano il fisso il telefono squilla ma nessuno risponde. Ma come? In casa c’è sempre qualcuno. Mi sovviene che da oltre un mese mia moglie riferisce che qualcuno si diverte a fare uno squillo e poi chiude. Sospetto. Facciamo una prova col cellulare chiamiamo il fisso, uno squillo e poi basta seppur il telefono risulta libero. È il 12 luglio quando chiamo per la prima volta il gestore. Il guasto sarà riparato entro 3 giorni lavorativi. Un tecnico viene a casa, si spostano i mobili per verificare le prese, si staccano le derivazioni. Nulla. Interverremo dalla centrale. Nulla. Interverremo sulle coppie appese al palo. Nulla. Dopo 15 giorni il telefono è sempre muto. Via PEC disdico il contratto. Il giorno dopo una gentile signora mi invita a recedere dalla disdetta offrendomi condizioni più vantaggiose. Rispondo che finché il telefono non funziona non farò alcuna revoca della disdetta. Due giorni dopo magicamente squilla il telefono. Tutto a posto. Sistemato. Grazie. Pronto, voglio revocare la disdetta perché il telefono adesso funziona. Buon giorno. Grazie.
Al terzo giorno il telefono è di nuovo muto. Chiamo il gestore. Risponde l’operatore dalla Romania. Il guasto sarà riparato entro 3 giorni lavorativi. Sono trascorsi 24 lavorativi e 6 festivi e il telefono è sempre muto. Gentile cliente le ricordiamo che risulta scoperto il pagamento della fattura n…. del … La invitiamo a provvedere al saldo al più presto con bollettino postale, carta di credito, ecc. evitando così ulteriori aggravi di spesa.
Per dirlo alla paesana: cu culu ruttu e senza gerasa!

Autore: 
Arturo Rocca
Rubrica: 

Notizie correlate

Smantellata una pericolosa “cellula” romana della ‘ndrangheta di San Luca

Mer, 08/01/2014 - 17:49
È stata smantellata una pericolosa “cellula” romana della ‘ndrangheta di San Luca. In manette, al termine di un’operazione della squadra mobile capitolina, tre elementi del commando che la sera del 24 gennaio 2013, in via della Castelluccia di San Paolo, aveva assassinato Vincenzo Femia.