Traffico internazionale di stupefacenti: estradato in Italia Antonino Vadalà

Mer, 16/05/2018 - 11:40

Antonino Vadalà, 43enne di Bova Marina, è stato estradato nella serata di ieri in Italia dopo essere stato arrestato in Slovacchia. L’imprenditore, fermato nell’ambito di un’indagine della Direzione distrettuale antimafia del tribunale di Venezia che ha smantellato una cellula di matrice ‘ndranghetista dedita al traffico internazionale di stupefacenti, era al centro dell’inchiesta condotta dl giornalista slovacco Jan Kuciak, assassinato lo scorso febbraio assieme alla sua fidanzata dopo aver scoperto troppo in merito ai legami che sarebbero intercorsi tra politica slovacca e criminalità organizzata calabrese. L’inchiesta scaturita in seguito all’omicidio del giornalista 27enne aveva infatti condotto agli arresti Antonino, suo fratello Sebastiano Vadalà e il cugino Pietro Catroppa, accusati dal reporter di aver gestito illecitamente milioni di euro di fondi comunitari, ma i tre erano stati rilasciati 48 ore dopo per assenza di prove a loro carico.

Rubrica: 

Notizie correlate