Vicenda Lucano: la minoranza è dalla parte della magistratura

Mar, 10/10/2017 - 10:20

COMUNICATO STAMPA - In merito all'articolo pubblicato da alcuni organi di informazione il sindaco di Riace affermava “ non posso escludere che qualcuno abbia presentato delle denunce, avversari politici, gente dal curriculum incredibile, solo per il gusto di disprezzare, gente razzista”
Il sottoscritto Francesco Salerno capogruppo di minoranza in seno al civico consesso di Riace, sentendosi amareggiato per quanto sopra asserito dal primo cittadino, dichiara quanto segue:
Io, unitamente al il gruppo che mi onoro di rappresentare, votato da quasi il 50 % dell’elettorato Riacese, sono Avversario Politico oramai quasi da 15 anni dell'attuale Sindaco Di Riace Domenico Lucano, non ho tessere di partiti politici, la mia ultima tessera politica è stata quella del P.D., partito da cui mi sono dimesso per proteste quando ricoprivo l’incarico di segretario del Circolo di Riace, per la presenza dell’allora presidente della Regione Calabria Loiero nella chiusura della campagna elettorale a supporto di Lucano e non del segretario locale del suo partito.
Come dimostrano gli innumerevoli atti pubblici di questi tre lustri l’opposizione fatta dal sottoscritto è sempre stata alla luce del sole, le contestazioni hanno sempre riguardato questioni di carattere amministravo-contabile.
Noi abbiamo critichiamo e critichiamo Lucano per l’allegra gestione della cosa pubblica.
Secondo noi Lucano non ha saputo gestire la cosa pubblica nei migliori modi e nell'interesse dei cittadini di Riace prova ne sono i debiti oramai milionari che porteranno ad un inevitabile dissesto finanziario che graverà purtroppo sulla pelle di tutti i cittadini.
Prova né è che a tutt’oggi la Deliberazione per la salvaguardia di bilancio, che doveva essere esecutiva entro il 31.07.2017 stranamente non risulta essere pubblicata, anche dopo la nostra sollecitazione a S.E. Il Prefetto di Reggio Calabria.
Per quanto riguarda la vicenda dell'avviso di garanzia nei confronti di MIMI’ LUCANO per truffa, concussione ed abuso di ufficio e le conseguenti perquisizioni al Comune di Riace, alle sedi delle Associazioni di Riace che gestiscono l’accoglienza e alle case di Tonino Capone e della signora Tesfahun Lemlem, che sta interessando i media nazionali ed internazionali, come gruppo di minoranza siamo vicini all'"uomo Lucano" ma siamo anche certi della professionalità e della estrema correttezza della Procura di Locri e delle forze dell'ordine. Ci auguriamo che in tempi brevi faranno chiarezza sulla gestione degli immigrati a Riace e sulle gravi accuse nei confronti degli indagati.
Per la mia storia personale e familiare IO, COMUNQUE, STO’ CON LA MAGISTRATURA E CON LE FORZE DELL’ORDINE.
Una cosa è certa ed è d'obbligo sottolinearla.....in tutti questi anni io sono stato avversario politico fiero ma anche leale con chi adesso vede fantasmi dappertutto e cerca capri espiatori.
CHI SI PROFESSA ONESTO DEVE ESSERE ONESTO ANCHE IN QUESTO!!!!

Rubrica: 

Notizie correlate