È un onore aver lavorato al fianco di Renato Gargiulo

Lun, 26/10/2015 - 17:01

Non si può essere d’accordo con quanto scrive Jean Paul nel Titano che “la vecchiaia è triste non perché cessano le gioie ma perché finiscono le speranze”, anzi siamo esattamente convinti del contrario perché “non c’è speranza senza paura, e paura senza speranza” come diceva Giovanni Paolo II ne “la Bottega dell’orefice”.
Queste due citazioni sono il desiderio di esprimere (ci sarebbero una infinità di appellativi) un doveroso sentimento di infinita profondità nei confronti del dr. Renato Gargiulo, il quale dall’inizio del corrente anno scolastico ha abbandonato la sua poltrona di DSGA (direttore dei servizi generali e amministrativi dell’Istituto Istruzione Superiore “Marconi di Siderno”, ieri Ist. Tec. Commerciale per raggiunti limiti di età – ovvero è stato collocato in pensione).
Non è quindi così automatico il fatto che “finiscono le speranze” perché è sempre esistita nell’uomo (Gargiulo) la determinazione di fare tutto quello che potesse rispondere adeguatamente alle necessità di una comunità scolastica come la nostra.
Nella sua più che ventennale attività di direzione amministrativa, coadiuvato sapientemente dal dirigente scolastico prof. Antonio De Leo, dalla sig. Maria Albanese (moglie) e da tutto il personale amministrativo e Ata che nel corso degli anni si è avvicendato nella struttura amministrativa ha saputo dare quell’impulso all’istituzione scolastica facendola proiettare verso orizzonti formativi impensabili nel passato sia a livello nazionale che europeo a favore degli studenti.
La chiave di volta di questo sta soprattutto nella professionalità acquisita nel corso degli anni avendo operato come Direttore del Centro Elaborazioni dati dell’Amministrazione Provinciale di Reggio Cal., subito dopo aver conseguito il diploma di Ragioniere e Perito Commerciale (guarda caso) proprio l’ITC “Marconi” di Siderno.
Conseguita la Laurea in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Messina, nel corso della sua attività lavorativa (studente/lavoratore), gli ultimi venti anni del suo curriculum lavorativo li ha trascorsi a Siderno (gli ultimi due con il dirigente scolastico prof. Francesco Sacco), lasciando tangibili segni di correttezza amministrativa e gestionale, un solco che avrà sicuramente e con altrettanta professionalità la stessa direzione che il nuovo DSGA, dott. Domenico Ammendolia, ha intrapreso da questo anno scolastico “2015/2016.
Enucleare tutte le attività che il dr. Renato Gargiulo ha fatto nel corso del suo impegno lavorativo non è semplice basta solo fare riferimento a una miriade di Comuni del territorio (es. Siderno, Mammola Gioiosa Jonica, Gerace, Locri, ecc.) che hanno potuto godere delle sue consulenze sia ragionieristiche che informatiche.
Non posso tuttavia non fare cenno a un profilo extra lavorativo che fa riferimento alle sue enormi capacità artigianali nell’effettuare lavori che non prevedevano necessariamente la poltrona “sotto il sedere”, se non quando si tratta di suonare l’organo della cattedrale di Locri nei riti ecclesiastici.
Dunque che dire ancora, bravo (questa volta) Renato e che siamo noi ad avere paura di non riuscire perché è molto pesante il patrimonio professionale che hai lasciato, ma siamo altrettanto speranzosi di potercela fare.
Si scioglieranno solo così la speranza e la paura o la paura e la speranza in un rapporto simbiotico teso a mantenere vivo gli insegnamenti ricevuti.

Autore: 
Beama Nebbia
Rubrica: 

Notizie correlate