“Aspromonte - la terra degli ultimi”, al cinema dal 21 novembre

Dom, 17/11/2019 - 17:00

Il 21 novembre arriverà nei cinema il nuovo film del regista calabrese Mimmo Calopresti, “Aspromonte, la terra degli ultimi”. Tratto dal romanzo di Pietro Criaco, girato tra Ferruzzano e Africo, racconta una storia di dolore, di riscatto da parte di un popolo che non ha niente, eccetto la propria dignità, e da essa trova la forza di lottare per avere un futuro migliore. Siamo negli anni ’50, ad Africo una donna muore di parto perché il dottore non riesce ad arrivare in tempo e perché non esiste una strada di collegamento. Gli uomini esasperati vanno a protestare dal sindaco, ottenendo la promessa di un medico. Nel frattempo, capeggiati da Peppe (Francesco Colella), decidono di unirsi per costruire loro stessi una strada. Tutti, compresi i bambini, abbandonano le loro occupazioni abituali per realizzare l’opera. Giulia (Valeria Bruni Tedeschi), la nuova maestra che viene dal Nord, vuole insegnare l’italiano perché se Africo entrerà nel mondo grazie alla strada, i ragazzi dovranno conoscerlo prima, imparando a leggere e scrivere. Ma il brigante Don Totò non vuole che Africo diventi un paese italiano… Nel cast spiccano Valeri Bruni Tedeschi, Francesco Colella, Marco Leonardi, Sergio Rubini ed Elisabetta Gregoraci, la quale durante la presentazione del film, a Roma, ha raccontato che pur essendo calabrese, non aveva mai avuto modo di conoscere questa parte di Calabria, rimanendone molto affascinata.
Il film è una favola moderna e realista che il regista e il produttore Fulvio Lucisano, che compare anche nell’ultima sequenza, dedicano alle loro origini calabresi.

Rubrica: 

Notizie correlate