…un "riciclo" di leggerezza, amore e colori

Lun, 07/11/2016 - 12:58

Un soffio di luce riflesso sui ricordi del passato illumina il mio animo ormai spento dall'impietoso trascorrere del tempo, la quieta di una fredda cella si trasforma in una musica dal sapore dolce che mi accompagna nell'ardua impresa di trovare quanto ormai perduto. Oggetti umili senza alcun valore sprigionano la forza della vita racchiusi in pochi attimi di antica poesia. Il grigio si trasforma in colore e come per incanto riaffiorano ricordi mai sopiti. Profumati fiori, leggiadre farfalle e le verdi foglie che avvolgono steli che trasudano emozioni. Ecco le mie opere che dal niente prendono vita e dal nulla nasce la ricchezza della speranza: fiori che non profumeranno mai e farfalle che non si alzeranno mai in volo. Ma dentro di me il profumo delle rose, il volo leggiadro di una farfalla, gli steli addolciti di verdi foglie, rallegrano e affollano la mia solitudine, ... e allora ecco la mia passione e il desiderio di essere qui oggi e dar sfogo alla mia creatività. Donare dinamicità all'oggi statico, confuso e distratto mondo che con fatica riusciamo a comprendere. A capire. Ad amare. Un mondo che si sta ammalando per mano e per colpa dell'uomo. Tutti abbiamo il dovere etico e morale di tendere una mano cercando di preservarlo. Io lo sto facendo riutilizzando oggetti che altrimenti andrebbero dispersi nell'ambiente rendendo il pianeta ancora più grigio e cupo. Lo so! Da solo non risolverò nulla... è un po' come disperdere una goccia nell'oceano, ma se ci fermiamo un attimo a pensare anche l'oceano è fatto da tante gocce messe insieme.

Autore: 
Francesco Talia
Rubrica: 

Notizie correlate