Accademia del Mediterraneo Atena Nike: Una finestra aperta sul territorio

Dom, 15/12/2019 - 19:30

Due eventi culturali importanti sono stati voluti e portati a termine con impegno e competenza dall'Accademia del Mediterraneo "Atena Nike" con sede a Bovalino.
La Presidente, Concettina Audino, donna di forte spessore culturale e umano, calata da sempre nel sociale, ha magistralmente condiviso con i suoi collaboratori, Marisa Romeo vice presidente, Bruno Panuzzo, Roberto Polito, Lilli Sabatini, Maria Macrì, Antonio Trichilo e Giuliano Zucco, messaggi di indubbio valore educativo, etico e morale, in un momento in cui il nostro territorio ne ha veramente bisogno.
Lo scorso 27 novembre presso l'Auditorium dei Licei Mazzini di Locri, è stato presentato un libro dal titolo: "Il pensiero positivo - come affrontare e vincere lo stress". L'autore, Pasquale Romeo, noto psichiatra e psicoterapeuta a livello nazionale, con molta professionalità e competenza ha interloquito con i giovani studenti spesso bisognevoli di tutti quei consigli utili per venir fuori da quel disagio che spesso ci fa vedere la realtà "nebbiosa, dura e amara". Vedere le cose da un altro punto di vista, in piena libertà e consapevolezza di se stessi potrebbe aiutare molto. 
Se i giovani sono il futuro è bene dare indicazioni oculate e giuste affinché il loro percorso formativo sia ricco di tutti quei valori necessari per il prosieguo della vita sulla Terra. In questo ambito la giornata si è arricchita con interventi vari in un dialogo magnifico che ha toccato le sfere emozionali utili per quella continua crescita necessaria. Il mito dell'"Araba Fenice" che risorge dalle proprie ceneri è stata la metafora che ha arricchito l'evento grazie anche all'interlocutrice psicologa Lucia Guerrisi. Il messaggio è stato forte e chiaro: chiunque attraverso una indagine continua nel proprio "io", può trovare la chiave di lettura di ciò che è e di ciò che vive intorno a lui. Il "resurgo" diventa un imperativo categorico che avviene se c'è piena consapevolezza di se stessi. Che altro dire? Un successo. 
Il secondo evento, "ONE HUNDRED", che si è svolto lo scorso 1 dicembre al palazzo della Cultura di Locri, ci ha fatto volare alto. Unico nel suo genere, l'evento musicale è stato coinvolgente e per certi aspetti commovente.
Bruno Panuzzo, Samuele Lombardo ed Ernesta Castanò, assieme ai giovani attori coinvolti nelle varie scene hanno catturato l'attenzione di tutti in un clima magico di ricordi musicali che dagli anni 50 sono arrivati in un crescendo ammaliante sino a noi.
"Cosa faresti se la persona che ami non ti riconoscesse più?" Le grandi problematiche legate al mondo dell'Alzheimer sono state rivisitate, descritte e raccontate con grande emozione in un finale mozzafiato.
La musica, il canto, le parole e il loro significato sono tutti veicoli che portano a una grande riflessione: la vita può essere anche bella e in questi ambiti deve essere vissuta.
Vivere la vita è un dovere necessario per tutti: la dignità e il rispetto dell'altro "in primis". Ecco che cos'è la cultura: da "colere" coltivare, far germogliare quell'albero che vive dentro di noi, farlo fiorire e assaporare i suoi frutti, condividerli con gli altri in questo nostro perenne divenire. Atena Nike ci dice anche questo: la vittoria del sapere e della conoscenza deve prevalere su tutto, lo vuole Lei... la Vita …

Autore: 
Giuliano Zucco
Rubrica: 

Notizie correlate