Africo: 30 anni di impulso sociale, culturale ed economico grazie all’ARPAH

Dom, 19/11/2017 - 16:00

Ad Africo, affacciata sulla via Nazionale, sorge una struttura unica nel suo genere, in grado di dare impulso economico e sociale a un paese purtroppo noto quasi esclusivamente per fatti di cronaca nera.
Si tratta della Casa Protetta Universo, una Residenza Sanitaria Assistenziale convenzionata con il Servizio Sanitario Nazionale della quale abbiamo avuto modo di parlare sulle pagine del nostro giornale grazie alla lettera di una nostra lettrice che aveva avuto bisogno dei servizi della struttura per la sua anziana madre e che, da oriunda, era rimasta piacevolmente sorpresa dal livello di assistenza e professionalità lì riscontrato.
Il complesso residenziale è anche sede legale dell’Associazione di Volontariato per la Ricerca sulle Problematiche degli Anziani e degli Handicappati (A.R.P.A.H.) che, negli anni, è riuscita a dare impulso economico e sociale a uno scampolo di comprensorio che altrimenti avrebbe esperito maggiori difficoltà.
L’A.R.P.A.H., nata nel luglio del 1989, svolge numerose attività atte al sostegno e all’assistenza degli anziani e dei diversamente abili. È impegnata in molteplici opere sociali di prevenzione delle devianze giovanili e per il sostegno e l’assistenza di donne in difficoltà e/o disabili. L’Associazione ha realizzato progetti finanziati dalla Regione Calabria anche in partenariato con altre associazioni e diverse Università d’Italia, garantendo agli ospiti della struttura di Africo un elevato standard di assistenza medica, infermieristica e riabilitativa, didattico culturale, sociale e alberghiera reso possibile dalla presenza di medici, infermieri professionali, assistenti sociali, educatori professionali, Operatori Socio Sanitari e addetti ai servizi di lavanderia e ristorazione.
Un lavoro complesso e reso possibile solo dalla grande sinergia di tutti i membri dello staff, senza la cui indispensabile collaborazione, ci tiene a sottolineare la Scriva, non sarebbe stato possibile nemmeno immaginare quanto invece realizzato in 28 anni di intensa attività.
L’A.R.P.A.H. è stata infatti attore principale nei progetti di “Educazione alla legalità” svolti in collaborazione con le scuole di Africo tra il 1995 e il 1997, ha partecipato a un progetto telematico di assistenza indetto dalla Regione Calabria e contribuito all’acquisto di quattro autoambulanze per il trasporto gratuito degli anziani bisognosi del nostro comprensorio. Ha sottoscritto la convenzione per diversi tirocini formativi, indispensabili alla formazione delle più moderne figure di assistenza medica e sociale sul nostro territorio, ingenerando attivamente numerosissime opportunità di lavoro per chi riteneva di non avere prospettive. Ha promosso e organizzato convegni, forum, incontri medico-scientifici e tematici che hanno dato l’opportunità ai nostri professionisti di accedere alla “formazione continua” senza spostarsi dal proprio territorio di appartenenza e ha persino dato la propria disponibilità nell’organizzare mostre, concerti, celebrazioni e feste che, nell’ultimo trentennio, hanno avuto il duplice scopo di allietare le giornate dei residenti del complesso residenziale Universo e di regalare ai cittadini di Africo e del comprensorio un polo culturale e di aggregazione.
Insomma, un curriculum che farebbe invidia alle strutture più rinomate del nord Italia e che porterebbe a classificare la clinica Universo come una cattedrale nel deserto, se non fosse per l’ampia dimostrazione di professionalità che i membri dell’A.R.P.A.H. quotidianamente danno al nostro comprensorio, rivelando che, anche nella Locride, esistono associazioni in grado di fare la differenza e di dare allo stesso tempo impulso sociale, culturale e persino economico a un territorio spesso sbrigativamente bollato come fanalino di coda d’Italia.

Autore: 
Jacopo Giuca
Rubrica: 

Notizie correlate