Antonimina: la minoranza chiede chiarimenti sulla mancata nomina del consigliere del C.A. dello stabilimento termale

Ven, 14/02/2014 - 16:23
Riceviamo e pubblichiamo nota stampa

Il sottoscritti, consiglieri di minoranza, pongono la presente interrogazione finalizzata a conoscere i motivi per i quali la S.V. non ha ancora nominato il consigliere del C. di A. dello stabilimento termale. L’interrogazione non ha, certamente, finalità strumentale ma funzionale. Visto l’avvio poco brillante della nuova gestione delle terme, si ritiene che la nomina del consigliere antoniminese,  non solo, salvaguarderebbe gli interessi della nostra comunità ma potrebbe, se il soggetto, da nominare possedesse una spiccata personalità manageriale, contribuire ad una corretta e produttiva gestione delle Terme. Inoltre, se avesse la capacità di lavorare in armonia con i responsabili locresi, formando con essi una vera squadra, potrebbe moltiplicare l’efficacia del suo operato e di tutto il consiglio con l’obbiettivo di elaborare strategie, proporre piani operativi di marcketing, formulare nuove idee e proporre iniziative innovative e competitive. Questi aspetti con l’interconnessione delle forze politiche, sociali e produttive presenti nel comprensorio (governance: compartecipazione di attori plurimi nell'ambito del processo decisionale di organizzazione e sviluppo del territorio.), potrebbero, secondo noi, far crescere e sviluppare anche l’attività termale.

Sono trascorsi quasi due anni dalle ultime elezioni comunali e la S.V. ha provveduto alla scelta del consigliere soltanto in data 02/04/2013, impiegando ben 4 mesi, dalla sentenza del TAR di Reggio Calabria, emessa il 19/12/2012, per la nomina dell’avvocatessa Pelle, dimissionaria dopo pochi mesi. Sembrano veramente strane le impreviste dimissioni per motivi di lavoro! Sicuramente, si sarà confrontato con la candidata, prima di nominarla, e da questa consultazione, certamente, sarà emersa l’impossibilità di accettare tale incarico? La nomina è avvenuta ugualmente, come mai?  Era necessario sprecare altro tempo?

Comunque, sta di fatto che, dal giorno delle dimissioni, avvenute il 06.11.2013, la S.V., a tutt’oggi, ha privato il Consiglio di Amministrazione delle Terme di un nostro rappresentante. I motivi di tale non nomina risultano incomprensibili, negativi per l’immagine della comunità e poco produttivi per la gestione del consorzio.

Per quanto sopra argomentato si chiede, in ossequio allo statuto, una dettagliata risposta.

Si inviano distinti saluti

 

 

I consiglieri di minoranza

Luciano Pelle

Giuseppe Pietroburgo

Rubrica: 
Tags: 

Notizie correlate