Antonimina: Macrì e Zadotti augurano buon lavoro al nuovo direttivo Terme

Mar, 30/10/2018 - 09:00

A fine mandato desideriamo rivolgerci a tutti coloro che hanno collaborato con pazienza ed impegno, con costanza e tenacia e ringraziarli per la collaborazione prestata in questi cinque anni di amministrazione delle Terme Acque Sante. Desideriamo ringraziare sinceramente e calorosamente tutti coloro che ci hanno appoggiato nel corso del nostro mandato; il direttore sanitario Giuseppe Ventra e l’avvocato delle Terme Giuseppe Spadaro, che è stato più di un consigliere; i fornitori storici che hanno saputo aspettare con pazienza; Giuseppe Pizzimenti e Claudio Macrì, ottime guide per l’orientamento tecnico e sanitario; i consiglieri Vincenzo Romano e Cristian Pelle; la delegata CGIL Samanta Caridi e l'onorevole Domenico Battaglia per il sostegno prezioso. Sono stati anni di lavoro duro, dove ogni nostra azione è stata effettuata nel tentativo di attuare il cambiamento tanto auspicato, nella certezza che l’unica possibilità di rinascita delle Terme Acque Sante è affidarle a una gestione totalmente privata, poiché in grado di portare risorse che i comuni non hanno o non vogliono impiegare, eliminando l'ingerenza da parte dei Comuni che se da un lato vantano la proprietà, dall’altro bloccano ogni possibilità di progettazione sia dal punto di vista economico che gestionale. Noi siamo riusciti a fare poco ma la nuova dirigenza, formata quasi tutta da amici, proclamata mesi or sono ma di fatto subentrata ufficialmente da pochi giorni, ove mai volesse proseguire nel lavoro intrapreso, troverà un progetto di rilancio delle Terme elaborato dal nostro CdA.
Dal canto nostro, siamo onorati di avere servito il territorio e di avere lavorato con ciascuno di Voi e infine ma non per ultimo un ringraziamento alla Cooperativa Multiservice Antoniminese ai dipendenti che, purtroppo non sono più con noi, e a tutti quei dipendenti che in questi cinque anni hanno lavorato con impegno e passione e che consentono alle Terme di sopravvivere.
Con l’auspicio che il nuovo CdA ottenga dei risultati e segua il nostro esempio, quello del Dottore Ventra e dell'avvocato Spadaro e per il bene delle Terme rinunci a ogni compenso, cogliamo l’occasione per ricordare a tutti l’importanza dell’attività lavorativa, sempre rivolta al servizio dei Cittadini e al perseguimento del bene comune.

Francesco Macrì,
Vittorio Zadotti

Rubrica: 

Notizie correlate