Arpacal: a Mammola, eccellenza per qualità dell’aria

Gio, 20/02/2014 - 19:00

Il Comune di Mammola, in provincia di Reggio Calabria, centro aspromontano altamente turistico e con l’economia legata in buona parte alle eccellenze gastronomiche del cosiddetto “pesce stocco”, e’ stato riconosciuto dall’Arpacal tra le eccellenze per la qualità dell’aria. È  quanto emerge dall’attività dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria nell’ambito del progetto, finanziato dall’Europa per mezzo del Por Fesr CALABRIA 2007-2013, per la strutturazione di una Rete Regionale di Tutela della Qualità dell’Aria. Sempre dal punto di vista scientifico, la stazione di Mammola e’ inoltre il polo regionale piu’ accreditato per lo studio dei fenomeni di trasporto sahariano e di altra tipologia (trasporti di polvere vulcanica dell’Etna), come rappresentato dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra). I dati scientifici saranno utilizzabili anche dalle altre Regioni Italiane in particolare quelle dell’intero Meridione. L’accordo, gia’ avviato e autorizzato nel corso del 2013, e’ stato formalmente ratificato presso il Comune di Mammola, con la sottoscrizione della convenzione da parte del Sindaco, Antonio Longo, e dal Direttore scientifico dell’Arpacal, Oscar Ielacqua. Il Sindaco Longo e Ielacqua hanno espressamente ringraziato “la Regione Calabria ed in particolare il Dipartimento Politiche dell’Ambiente nelle persone del Dirigente Generale Ing. Bruno Gualtieri e del Dirigente di Settore Salvatore Epifanio per l’attenzione sempre maggiore posta ai problemi ambientali di interesse istituzionale degli Enti firmatari l’accordo e per l’importante delega, nell’ambito della programmazione Por Fesr 2007-2013, concessa all’Arpacal come soggetto attuatore della Rete Regionale della Qualità dell’Aria“.

Rubrica: 
Tags: 

Notizie correlate