Arrestato minorenne per possesso di armi clandestine e resistenza a pubblico ufficiale

Mar, 28/10/2014 - 18:43

Un diciassettenne di Rosarno, è stato arrestato da un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile del Comando Compagnia Carabinieri di Gioia Tauro, coadiuvato dai militari della Stazione CC di San Ferdinando con l’accusa di detenzione di un’arma clandestina, una 7,65 con matricola abrasa, munita di serbatoio con 6 proiettili. I militari della compagnia di Gioia Tauro, impegnati in una serie di controlli del territorio, hanno notato un motociclo Yamaha TMax con due giovani che indossavano caschi integrali, completamente neri.  All’alt il conducente non si è fermato per cui una pattuglia si è posta all’inseguimento del motociclo che ha imboccato la provinciale che conduce verso San Ferdinando. È cominciata una folle corsa tra i giovani e le forze dell’ordine che si è conclusa nei pressi di Rosarno Marina, dove una pattuglia dei CC di San Ferdinando ha sbarrato la strada ai due giovani. Alla vista dei carabinieri il minorenne, ha lanciato tra gli arbusti l’arma, poi recuperata dagli stessi militari e posta sotto sequestro. Mentre il compagno è riuscito a dileguarsi facendo perdere le sue tracce, il conducente, identificato per M.B., studente di Rosarno, è stato arrestato e tradotto presso il carcere minorile di Reggio Calabria, a disposizione della dott.ssa Giuseppina Latella, Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria.

Rubrica: 

Notizie correlate