Bandi regionali sul turismo, Confindustria "strappa" tavolo tecnico a Regione

Lun, 13/05/2013 - 11:03
Nucera: “Premiata la determinazione di Confindustria”

Buone notizie per le aziende della provincia di Reggio Calabria collocate in posizione utile nelle graduatorie dei tre bandi emanati dalla Regione nel 2010 per il settore turistico. Sembrano finalmente avviati a soluzione i problemi che, negli ultimi due anni, hanno determinato il blocco dell’iter per la concessione delle agevolazioni.
Le novità positive scaturiscono dalla determinata iniziativa del presidente della sezione Turismo di Confindustria Reggio Calabria, Giuseppe Nucera, che ha propiziato il confronto tra gli imprenditori interessati e il competente dipartimento dell’Ente. L’incontro con la dirigente del settore “Industria alberghiera e risorse termali”, Maria Gabriella Rizzo, si è svolto nella sede dell’associazione reggina degli industriali e si è concluso con un passo avanti significativo: ovvero la disponibilità, da parte della Regione, di costituire un tavolo tecnico con i rappresentanti di Confindustria e delle imprese beneficiarie, al fine di «individuare un piano comune di intervento e poter seguire le aziende nei loro programmi di investimento».
I tre bandi regionali (per i quali, tra l’altro, lo scorso anno fu proposto un ricorso al Tar da parte degli imprenditori interessati) sono quelli per il “Miglioramento ed ampliamento delle strutture ricettive alberghiere”, per la “Nuova ricettività alberghiera” e per gli stabilimenti balneari. La dirigente Rizzo, nel confrontarsi con gli operatori economici, ha ripercorso le tappe dell’intricata vicenda burocratica, illustrando le possibili opzioni perché la Regione possa dare un fattivo sostegno alle aziende, in un contesto complessivo che – è stato rilevato – è mutato rispetto a tre anni fa.
La recente pronuncia del Tar (che sul bando per il miglioramento delle strutture ricettive ha riconosciuto la fondatezza della richiesta degli albergatori), le nuove disponibilità finanziarie ministeriali e la volontà politica di sostenere l’iniziativa degli imprenditori del settore turistico dovrebbero consentire di uscire dall’impasse. Si spera, così, di riavviare l’iter per le agevolazioni a favore delle aziende di un comparto da sempre considerato fondamentale per l’economia calabrese.
«Siamo molto soddisfatti – commenta il presidente della sezione Turismo di Confindustria Reggio Calabria –: è stato finalmente definito un quadro organico della situazione e adesso si può predisporre, di concerto con la Regione, un piano per far sì che finalmente quei bandi producano effetti concreti e ricadute immediate sul territorio». Secondo Giuseppe Nucera, «la politica del turismo in Calabria non può prescindere dall’attenzione verso questi investimenti strutturali che moltiplicano la capacità e la qualità dell’accoglienza nella nostra regione. Un celere avvio del tavolo tecnico costituirebbe, senza ombra di dubbio, un segnale di concreta attenzione verso le problematiche del nostro settore. Se è vero che il turismo è considerato il comparto fondamentale per il futuro sviluppo economico di questa regione, allora bisogna rafforzare i canali di dialogo e di confronto tra la pubblica amministrazione e il tessuto produttivo. Sul territorio, Federturismo sta lavorando da tempo proprio in questa direzione, con certosina pazienza, caparbietà e testardaggine. I frutti iniziano a vedersi – conclude Nucera –: proseguiremo su questa strada perché nel volgere di pochi anni la Calabria abbia non solo una semplice vocazione turistica, ma possa effettivamente rientrare nei grandi circuiti internazionali».

 

Rubrica: 

Notizie correlate