Brancaleone dimentichi i vecchi rancori e diventi un paese moderno e all’avanguardia

Dom, 13/10/2019 - 12:40

Sono nato a Brancaleone e sono pure residente in questo Comune, anche se per motivi di famiglia abito a Locri. Questa nuova tornata elettorale che si terrà nel mese di novembre rappresenta qualcosa di importante per la sorte del mio paese, il quale da tanto tempo sta attraversando un periodo buio sotto tutti i punti di vista. La mia preoccupazione come cittadino è più che legittima, in quanto conosco molto bene la storia politica del mio paese. Mi ricorda i tempi passati, quando la lotta politica a carattere ideologico era molto vietata tra i contendenti dei diversi partiti. Però, la politica del mio paese, come quella nazionale, era dominata da alcuni partiti: la democrazia cristiana e il partito socialista, mentre il partito comunista è stato sempre relegato all’opposizione. Al mio paese questi due partiti erano gestiti da due famiglie molto influenti ma politicamente nemiche. Questa diatriba ha influito negativamente sulla vita del paese e non ha contribuito alla realizzazione del suo sviluppo economico. Brancaleone Marina aveva e ha ancora tutti i requisiti territoriali e strutturali per essere un paese moderno e all’avanguardia come Roccella e Siderno, per fare qualche esempio. Per questo mi rivolgo ai miei concittadini di stare molto attenti a queste elezioni e lasciare che i vecchi rancori e malumori vengano accantonati e racchiusi in un armadio come vecchi scheletri di un passato ormai morto. Sono venuto a conoscenza di una proposta fatta da un veterano alla politica del mio paese che è l’avvocato Giuseppe Cristiano e sono d’accordissimo su quanto ha proposto. La novità sarebbe quella di fare un’unica lista ed evitare di farne delle altre al fine di non creare tensioni che andrebbero a discapito del paese. Dicendo questo non vorrei che qualcuno mi fraintendesse dando in anticipo un giudizio negativo sulla mia persona. Non sono un antidemocratico, al contrario sono una persona che guarda lontano e di grande vedute che si preoccupa del bene del suo paese. Per questo la proposta dell’avvocato Cristiano di indire un’assemblea costituente la trovo giustissima perché rappresenta, oltre che un fatto nuovo, qualcosa che possa unire tutte le forze politiche, al fine di creare quel listone nel quale saranno inserite persone più qualificate per governare un paese. A questa assemblea dovrebbero partecipare tutti i cittadini aventi diritto di voto, compresi i sindaci ancora in vita che hanno governato la comunità.
Sono anche del parere che bisogna finalmente dare spazio ai giovani, specialmente a quelli laureati, professionalmente preparati e capaci di gestire e governare un paese. Solo così si potrà avere a Brancaleone la vera svolta politica e proiettare il paese verso il cambiamento dopo tanti decenni di crisi economica che hanno contribuito a fare di Brancaleone il fanalino di coda della zona ionica.

Autore: 
Pasquale Canale
Rubrica: 

Notizie correlate