Con amicizia, ancora una volta

Lun, 31/07/2017 - 11:45
L’associazione “Amicizia è pace” di Siderno fiera dei suoi traguardi

Molte persone, sicure che solo l’amicizia può portare pace ci onorano con la loro presenza a testimonianza di un trentennio di stima e solidarietà per l’associazione, poiché non ci sono stati seminatori di zizzania! Siamo spiacenti per gli stimatissimi soci che per andare dietro a sparuti illusionisti non sono qui. Noi ci siamo, pochi o molti non importa, quello che conta è l’idea di rispetto reciproco che, come nave potente, solca sicura le onde agitate del mare. Stasera lanciamo l’idea e il desiderio di poter, ancora una volta, tornare nella patria dei nostri avi, i quali, tanti secoli fa, approdarono su queste spiagge deserte per portare lavoro. Vennero non come invasori ma come pacifici colonizzatori, trasmisero civiltà, condividendo con gli autoctoni le loro mete, raggiunte nell’arte, nella pacifica convivenza, facendo progressi con le scoperte conseguenti le esperienze realizzate in domo propria, e applicate in questi posti. Trasformarono il nostro territorio in luoghi fiorenti, sia nell’agricoltura, con agrumeti, uliveti, come nei rapporti umani, formando, con gli studi, filosofi, matematici e giuristi. Furono geniali costruttori di grandi templi, che suscitano tutt’ora universale ammirazione! Queste realizzazioni sono impronte del loro tempo, e trasmettono a noi messaggi di pace e tranquilla convivenza. Ricordiamo magnifiche opere d’arte, come i Bronzi di Riace e la Persefone di Locri. Ma qual è oggi la domanda che viene spontanea nella nostra mente? Noi siamo degni di tali antenati? Quante associazioni vogliono intraprendere relazioni amichevoli con le stesse, situate al di là del mare? Ci riusciranno? Non so, so però che noi dell’associazione Amicizia è Pace, da anni, con umiltà e senza arroganza, abbiamo iniziato a percorrere questa strada. Aiutando tante persone ad attraversare lo Ionio e baciare l’agognata terra avita. Abbiamo teso la mano con sincera amicizia, abbandonando e buttando a mare gli sciocchi pregiudizi che impedivano la fratellanza con loro e tra noi! Stasera vogliamo rivolgere un saluto a tutti i nostri soci, presenti e assenti, e li ringraziamo, ricordando che solo con la loro sincera solidarietà l’associazione ha raggiunto impensabili traguardi di vera amicizia. Siamo nel cuore di tutti quelli che ci hanno seguiti quando abbiamo ospitato e abbracciato i profughi sopravvissuti alle foibe di Tito, o quando abbiamo abbracciato gli ebrei d’Israele, o i greci di Ioannina! Questi sono i traguardi raggiunti con il concorso di tutta l’associazione. Adesso ci auguriamo di poter sempre continuare sulla strada dell’affetto sincero che lega i costruttori di pace, e di proseguire il nostro cammino!
Il segretario

Rubrica: 
Tags: 

Notizie correlate